Blitz contro i venditori abusivi di mimose

Lungo le strade della costa maceratese
- caricamento letture

 

mimose 2

Venditori abusivi di mimose oggi lungo le strade della costa maceratese

Blitz continui dei vigili contro le mimose. Sono bastate le divise del personale della municipale a contenere l’invasione dei venditori abusivi di mimose di questa mattina e di oggi lungo la riviera di Civitanova. Non sono certo contrari alla ricorrenza, ma i vigili civitanovesi hanno organizzato un vero e proprio gruppo anti venditori abusivi di mimose in questa giornata di Festa della donna.

Già dalla mattina, infatti, su indicazione dell’ufficio Commercio, il personale della municipale ha battuto a tappeto il centro della città ma anche la periferia.

Con dei sacchettini di mimose in mano, infatti, alcuni pachistani e bengalesi sono stati subito notati lungo le vie principali della città, vicino ai semafori e nelle zona di maggior scorrimento di auto e di passeggio. Piazza XX Settembre, corso Vittorio Emanuele, ma anche le alte vie del centro storico come corso Dalmazia sono state prese d’assalto dai venditori ma anche i vigili urbani non sono stati da meno. Stessa cosa lungo la statale Adriatica e comunque in particolare ai semafori, coi venditori abusivi che zigzagavano tra le auto in coda alla ricerca di clienti. Lo scopo della municipale, infatti, era quello di tutelare le attività commerciali a sede fissa e, naturalmente, evitate il commercio abusivo in questo caso di fiori o mazzetti di mimose.

I frequenti blitz dei vigili sono andati a buon fine. Di fiori per la festa del 8 marzo non ne sono stati sequestrati ma gli abusivi hanno avuto filo da torcere per riuscire a vendere i loro sacchetti di mimose. Stesso problema, però, anche a Porto Recanati, ma in minor quantità. In centro, infatti, di venditori non ce n’erano e gli unici che ci hanno provato sono stati quelli che si sono presentati lungo l’Adriatica, all’unico semaforo presente, e unica possibilità di rallentamento da parte di automobilisti. La pioggia del primo pomeriggio, però, ha reso gli affari sicuramente più complicati. I vigili, infatti, non sono neppure intervenuti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X