Naturino a Siena per una gara decisiva nella lotta salvezza

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Una partita che vale una stagione. Domenica pomeriggio (ore 18) a Siena la Naturino si gioca una bella fetta di salvezza contro il Costone fanalino di coda, che insegue gli aquilotti a 2 punti di distanza in classifica. Una vittoria significherebbe spedire i toscani a 4 punti con lo scontro diretto favorevole, considerando anche il +21 dell’andata al PalaRisorgimento. Partita di importanza capitale cui gli aquilotti arrivano al completo, visto il recupero di Gotti. Il lungo, dopo due partite di stop causa la frattura al dito medio della mano destra, è tornato ad allenarsi regolarmente con la squadra e sarà a disposizione di coach Rossi. L’attenzione è tutta rivolta al nuovo acquisto gialloverde, quel Roberto Chiacig che gli appassionati di basket non potranno non ricordare nelle imprese della Nazionale a cavallo tra fine anni ’90 ed inizio 2000. A 39 anni, “Ghiaccio”, che ha iniziato la stagione da sparring partner a Biella in serie A, è da considerarsi illegale per la Dnb e le statistiche lo confermano: 16,3 punti e 18,3 rimbalzi sono cifre che rendono in parte l’idea del suo dominio nel pitturato. L’altro terminale offensivo del team senese è Bruttini, guardia con spiccata propensione alla penetrazione che viaggia a 14,5 punti di media. In doppia cifra anche gli esterni Gambelli (10,5 punti), rientrato da 4 gare da un brutto infortunio alla schiena, e Franceschini, che non sarà del match perché infortunato. Squadra dalla panchina lunga, ostica in difesa (4° del campionato con 69,6 punti subiti di media) ma con pochi punti nelle mani (appena 59,3 punti a partita), il Costone ha fatto soffrire e non poco la Dino Bigioni Montegranaro lo scorso turno e non ha alcuna intenzione di fare altri sconti. È un’ultima spiaggia per la Naturino, altrimenti ci sarà da soffrire nei prossimi due mesi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X