Volley femminile, l’Helvia Recina torna da Pagliare con un ko al tie break

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Uno scambio di gioco durante la gara di andata

Dopo la bella vittoria in casa nello scontro diretto con Montecchio della settimana scorsa, la Roana Mosca Cbf torna da Pagliare del Tronto con una sconfitta al tie break (25-16, 21-25, 22-25, 25-27, 15-10) ma con una prestazione più che positiva che conferma ancora una volta il processo di definitiva crescita intrapreso dalla squadra nel girone di ritorno. La vittoria della settimana scorsa è stata un buon viatico sul piano del morale e della convinzione, fattori decisivi e che sul campo della capolista hanno permesso alle ragazze di scendere in campo con maggiore spensieratezza e decise a giocarsi la partita senza eccessive pressioni. Dopo un primo set tutto appannaggio della forte formazione ascolana, con la Roana Mosca Cbf troppo fallosa e ancora un pò timorosa, nel secondo parziale la squadra si è sciolta cominciando a toccare palloni a muro e a difendere con la giusta aggressività, trovando poi una fase di attacco continua (Romani e Giorgi in doppia cifra e Bonfigli e Lombardi positive al centro) e ben orchestrata da Storani, che ha messo a terra anche cinque punti in una serata molto positiva. Dall’altra parte della rete le ascolane, che forse non si aspettavano una resistenza così coriacea dopo il primo set vinto senza affanno, hanno iniziato a faticare in attacco, forzando spesso i colpi, e in seconda linea non hanno più mostrato la compattezza e la solidità fin qui dimostrata. Con questa situazione tattica la Roana Mosca Cbf è stata brava a sfruttare le occasioni, sbagliando poco e concedendo poco alle avversarie, con il risultato di trovarsi in vantaggio nel computo die set per 2-1. A questo punto la Lmd ha però invertito la tendenza, dimostrando di non essere prima per caso, e ha ripreso a giocare con maggiore continuità e senza sbavature ritrovando la parità al cospetto di una Roana Mosca Cbf che ha pagato dazio per i due set precedenti giocati su un ottimo livello. Il tie break ha premiato le ascolane, lanciate nella rincorsa, e ha lasciato in casa Helvia Recina, come accaduto a Fabriano prima della sosta natalizia, un pizzico di rammarico per un risultato che poteva essere più eclatante, ma anche la certezza di aver giocato alla pari con la prima della classe senza timori reverenziali e con la convinzione rafforzata di poter affrontare qualunque avversario. La trasferta di Pagliare porta in dote anche un punto importante per la classifica, che vede le tigrotte al nono posto con 21 punti, due in più della Monteschiavo Jesi e tre sulla quota retrocessione, ora occupata a quota diciotto dalla Ecomet Marsciano. Sabato prossimo, per la diciassettesima giornata, il calendario propone proprio lo scontro diretto con le jesine al Fontescodella, con inizio canonico alle 21.15, altra partita fondamentale per il cammino verso zone di classifica più tranquille e più consone al valore di una squadra che ha fatto vedere potenzialità ben diverse. Mercoledì la sfida con le ascolane si ripeterà per l’andata della gara dei quarti di finale di B Marche Cup, gara in programma alla palestra di Villa Potenza alle 21.15.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X