Maceratese contro la polizia penitenziaria
Arcolai: “Riprendiamo a vincere”

SERIE D - Il capitano biancorosso analizza il momento della squadra: "Con l'Agnonese dovevamo gestire meglio il possesso palla ma siamo anche stati sfortunati". Domenica 30 (ore 14.30, diretta live su CM) il recupero all'Helvia Recina con l'Astrea, squadra del Ministero della Giustizia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Luca-Arcolai1

Il capitano della Maceratese Luca Arcolai

di Filippo Ciccarelli

Andrà in scena domenica alle 14.30 (diretta live su CM dalle 14.15 circa per il prepartita e le formazioni) il recupero della giornata tra Maceratese ed Astrea, fermate lo scorso 9 dicembre dai centimetri di neve accumulatisi sul manto dell’Helvia Recina. Una sfida particolare, perché l’Astrea è infatti la squadra del Ministero della Giustizia e molti dei suoi giocatori (come testimoniato da un’inchiesta de Le Iene: guarda) sono stati assunti a tempo indeterminato tramite concorso pubblico nel quale la presenza da calciatore in una serie professionistica veniva valutata fino a 10 volte in più del possesso della laurea, si reca in trasferta con il pullman della polizia penitenziaria e si mantiene sia con la contribuzione spontanea del personale ministeriale, sia con i soldi versati dai cittadini attraverso le tasse. Una società che non suscita molte simpatie – specialmente in tempo di crisi – e che incontrerà una Maceratese per cui la vittoria è imperativa, visto il buon momento del San Cesareo (a 6 punti di distacco) e Sambenedettese (4 punti avanti ai biancorossi). Luca Arcolai, capitano dei biancorossi, analizza il momento vissuto dalla sua squadra, costretta al recupero del turno dopo il 2-2 che l’Agnonese ha strappato nell’ultimo minuto all’Helvia Recina.

Com’è il morale dopo il pareggio in extremis di domenica scorsa?
“Ormai abbiamo voltato pagina. Per fortuna abbiamo un’altra partita da affrontare, dobbiamo prendere di buono quel che abbiamo fatto e lavorare sugli errori fatti”.

Maceratese-Agnonese-7

Una fase del match tra Maceratese ed Agnonese

Cos’è successo negli ultimi 30 secondi del match contro l’Agnonese?
“Nel secondo tempo avevamo la partita in mano, dovevamo solo gestire la palla in maniera diversa. Loro ci hanno fatto gol nell’unica occasione in cui hanno superato la metà campo,  ci sono stati anche diversi rimpalli che hanno vinto, sono cose che non devono capitare ma che succedono. Avevamo fornito una prestazione opaca nel primo tempo, ma ci eravamo riscattati nella ripresa”.

Che partita vi aspetta contro l’Astrea?
“Io penso che loro siano ben attrezzati, l’Astrea era inserita tra le candidate per la vittoria finale. Il mister ci sta dando le indicazioni giuste, non dovremmo ripetere il primo tempo di domenica, ma iniziare subito concentrati e cattivi. Vogliamo riprenderci quello che penso meritassimo contro l’Agnonese, cioè la vittoria”.

Il campionato della Maceratese si deciderà nei tre derby con cui si inizierà il girone di ritorno, contro Ancona e Civitanovese (fuori casa) e Vis Pesaro (all’Helvia Recina) ?
“Sarà certamente un inizio importante, ma prima di pensare alle prossime partite pensiamo a chiudere bene il girone d’andata. Verso febbraio si potrà dire dove potremo arrivare”.

Quanto vi danneggia non riposare durante la sosta?
“Un po’ certamente ci penalizza, perché cambia il lavoro del preparatore. Abbiamo cercato di variare le cose  e fare di necessità virtù, penso che il nostro preparatore riesca a risolvere la situazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X