Giuseppina Boccanera trovata morta
Era nel piazzale dell’ospedale

RECANATI - Intervenuta questo pomeriggio la squadra speciale di topografia applicata che ha rintracciato la 94enne ormai senza vita
- caricamento letture
giuseppa-boccanera-

Giuseppa Boccanera

di Mauro Nardi 

E’ deceduta per cause naturali Giuseppina Boccanera, la 94enne scomparsa dalla casa di riposo Ester Gigli nel pomeriggio di sabato e ritrovata ieri sera in una area interna dell’ospedale Santa Lucia di Recanati. Il decesso sarebbe avvenuto tra sabato e domenica, quindi poche ore dopo la sua fuga dalla struttura protetta di via XX Settembre. A confermarlo è stata l’ispezione cadaverica del medico patologo Tombolini giunto sul posto dopo il rinvenimento del corpo. Peppa, in città tutti la conoscevano così, era riversa a terra nell’ex giardino delle suore adiacente alle cucine del nosocomio recanatese. Un luogo poco illuminato e poco frequentato in particolare da quando è stato allestito un piccolo cantiere per la realizzazione di alcuni lavori di impiantistica. A ritrovare il corpo sono stati gli uomini della squadra speciale di topografia applicata dei Vigili del Fuoco di Macerata guidata da Luigino Sossicci, chiamata ad intervenire ieri intorno alle 13,30. Il rinvenimento è avvenuto intorno alle 20 e sul luogo sono immediatamente giunti i Carabinieri e i sanitari del 118 del vicino Punto di Primo Intervento che hanno potuto soltanto appurare il decesso dell’anziana signora. La ricognizione cadaverica ha escluso ogni forma di violenza e sul suo corpo sono stati ritrovati sia la collanina d’oro che portava al collo che la fede nuziale. A causare la morte è stato molto probabilmente un arresto cardiaco causato dal freddo, visto che al momento dell’allontanamento dalla casa di riposo indossava solo pantofole rosse, una gonna e un maglioncino. La salma resta a disposizione delle autorità giudiziarie. Le indagini sono portate avanti dalla locale stazione dei Carabinieri che ora dovranno capire come la donna sia arrivata sino all’Ospedale Santa Lucia. Un luogo che a linea d’aria dista solo poche centinaia di metri dalla casa di riposo Ester Gigli nella quale l’anziana era ospite, ma in direzione opposta rispetto al Civico Cimitero dove si erano concentrate le ricerche. Una pista, quest’ultima, avvalorata dalla testimonianza di una signora che ha incontrato Giuseppina in zona Porta Marina, e dai cani dell’Unità Cinofila che sin dal primo momento hanno puntato diritti verso il Civico Cimitero dove l’anziana si recava spesso per andare a pregare davanti alla tomba del marito. Non si esclude la possibilità che la donna abbia avuto un passaggio da un automobilista, anche se sembra più probabile che una volta uscita da Porta Marina abbia proseguito per via Carducci e via Badaloni sino a raggiungere l’ex giardino delle suore utilizzando l’ingresso che da sull’ex statale 77. Non si spiega però come nessuno si sia accorto del lungo cammino di una donna disorientata e vestita in maniera insolita per la stagione, in un orario nel quale il traffico veicolare è abbastanza intenso.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X