Magdi Allam a Macerata
“Si riparta da valori e contenuti”

L'europarlamentare, accompagnato dall'ex presidente della Provincia Franco Capponi e dal consigliere comunale Marco Guzzini, presenta il partito con cui si candida alle prossime elezioni: "Berlusconi è voluto soprattutto dalla sinistra. Nel Cristianesimo perfetta sintonia tra fede e ragione". La coordinatrice provinciale è Nadia Taousi, presidente della Pro Loco di Acquacanina
- caricamento letture

Magdi_Allam-2

Magdi_Allam-7

L’incontro si è tenuto al Caffè Venanzetti

di Filippo Ciccarelli

Magdi_Allam-4

Da sinistra: Franco Capponi, Marco Guzzini, Magdi Cristiano Allam e Nadia Taousi

C’erano anche l’ex presidente della Provincia, Franco Capponi, e il consigliere comunale del Pdl Marco Guzzini all’incontro con cui Magdi Allam ha presentato il suo partito, “Io amo L’Italia”, nella città di Macerata. Due amici dell’europarlamentare – che sostenne la corsa di Capponi alle ultime elezioni provinciali – interessati anche dal suo progetto politico. Proprio il capogruppo del Ppe in Provincia, arrivato ad un aut-aut con il Pdl, potrebbe avere il proprio futuro politico in una coalizione che comprenderebbe anche “Io amo l’Italia” di Magdi Cristiano Allam. “Voglio lavorare per la comunità, valorizzare il capitale umano che abbiamo. Ringrazio Magdi per l’appoggio che mi ha dato alle precedenti elezioni e condivido tutti i valori che rappresenta, dobbiamo ripartire da quelli, smettere di vedere il nemico nella politica, adottare un’agenda europeista che però non pensi soltanto all’euro come moneta”.


Dottor Allam, come si pone il suo partito nei confronti degli altri del centrodestra, nell’attuale clima politico e che radicamento avete nel territorio?

“Nelle Marche, grazie all’impegno di uomini e donne con fede solida e umanità nel donarsi abbiamo una bella presenza. Ci sono persone come Nadia Taousi, Raffaele Tassotti, Maria Mencarini che stanno creando una realtà importante, per cui siamo fiduciosi in un buon risultato. Per quel che riguarda la nostra collocazione, penso che l’errore sia partire dal contenitore e non dai contenuti. Noi da quelli vogliamo ripartire, dai contenuti e dai valori. Per troppo tempo si è pensato a mettere insieme un cumulo di voti, sono venuti meno i valori, il rapporto con la gente. Mi preoccupa la deresponsabilizzazione dei cittadini, abituati solo a delegare. Ormai viviamo per lo spread, in funzione della riduzione dell’indebitamento pubblico: se al centro della vita c’è la moneta, vuol dire che abbiamo perso di vista le cose veramente importanti, la famiglia, il bene comune, la centralità della persona”.


Magdi_Allam-6Non crede che molti  elettori del centrodestra siano delusi perché molti di quei valori, come quello della famiglia enunciato da molti dei suoi rappresentati, non siano poi stati messi in pratica?
“Più che deluse le persone oggi si sentono come tradite. Abbiamo vissuto per 18 anni con Berlusconi collante del centrodestra, ma soprattutto del centrosinistra. Berlusconi sono almeno 8 anni che vorrebbe andarsene; ha una montagna di soldi che potrebbe spendere come vuole, ma non riesce a lasciare la politica perché non è certo che la sinistra e la magistratura non faranno rappresaglie contro di lui e le sue aziende. In pratica Berlusconi c’è perché lo vuole la sinistra.Il terremoto politico che viviamo oggi è ancora ai suoi inizi, c’è stata un’amalgama di anime diverse ed è stato sorprendente che queste abbiano potuto stare insieme così tanto tempo. Noi siamo gli unici che non parlano di destra, centro e sinistra; dal novembre 2011 queste hanno sostenuto la stessa strategia vuol dire che la politica oggi è mercificata, ripartiremo dai contenuti. Il debito è diventata la priorità assoluta, l’uomo è diventato strumento della moneta”.


Magdi_Allam-3Cosa pensa delle recenti affermazioni del Papa, che ha ribadito la contrarietà all’aborto e la minaccia delle nozze omosessuali alla verità, alla giustizia e alla pace?

“Nel Cristianesimo esiste una perfetta sintonia tra fede e ragione. La nostra civiltà rischia di scomparire, la natalità è in calo: dobbiamo promuovere la natalità degli italiani, la famiglia naturale. Quello che il Santo Padre afferma, dal concepimento alla famiglia naturale, è  un tributo alla ragione”.

Qual è il suo rapporto con le Marche e con la città di Macerata?
“Ho sostenuto l’amico Franco Capponi alle scorse elezioni provinciali, perché condividiamo gli stessi valori; dobbiamo puntare sull’umanesimo, non possiamo partire dallo spread. A Macerata mi sento a casa e ben voluto, ed è un sentimento che ricambio. Le Marche sono un esempio virtuoso di piccole e medie imprese che fanno grande l’Italia; ma il globalismo ci sottomette ad una finanza speculativa, a logiche illusorie che propugnano
Magdi_Allam-5crescita illimitata. Credo che nelle Marche si coniughino al meglio le tre “t”: turismo, terra e tecnologia. Chiaramente tutto è perfettibile, ma mi pare che in questo territorio ci sia un’ottima amalgama. Insomma, questa realtà ci fa capire che si è grandi grazie ai piccoli e che piccolo è bello, perché tutti noi siamo piccoli, non siamo numeri”.

Il partito Io amo l’Italia  ha una responsabile provinciale: si tratta di Nadia Taousi, imprenditrice, presidente della Pro Loco di Acquacanina e si sta strutturando nel territorio. Quando sarà consentito, inizierà in tutta la regione come nel resto d’Italia la raccolta di firme per la candidatura di Magdi Cristiano Allam alle prossime elezioni politiche. Il consigliere del Pdl al comune di Macerata, Marco Guzzini, vede con favore la politica attiva della creatura di Allam e sprona i suoi colleghi di partito a fare altrettanto: “Nel 2015 a Macerata abbiamo le elezioni, purtroppo devo constatare che, con la scusa del caos a livello nazionale, in città siamo fermi come partito. Io credo nel Pdl e nel patto che nel 2010 abbiamo fatto con gli elettori, che oggi però sono delusi e ai quali dobbiamo rispondere allargando il raggio d’azione. E’ necessario fare politica attiva nel territorio senza buttare quanto realizzato fino ad ora”. Dopo la conferenza stampa il partito Io amo l’Italia è stato presentato alla cittadinanza nel corso di un incontro che si è tenuto all’Hotel Claudiani.

(Foto Cronache Maceratesi – vietata la riproduzione)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X