Basket, Cus Macerata sconfitto di misura contro Ancona

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Andrea-Santinelli

Andrea Santinelli

di Vincenzo Paci

Da domenica sera non ci sono più squadre imbattute nel girone B del campionato di serie D dopo che l’Or.Sal. Ancona ha superato per 76-73 il CUS Macerata in un match palpitante che ha tenuto gli spettatori con il fiato sospeso fino agli ultimi secondi. I padroni di casa hanno sfruttato al meglio il fattore campo trovando con Scavongelli e Campanella ottime soluzioni in attacco e insistendo costantemente con tagli sulla linea di fondo sui quali gli ospiti non sono mai riusciti completamente ad adattarsi; dalla sponda CUS nonostante la sconfitta sono arrivati buoni segnali da Orioli che arriva in doppia cifra per la prima volta in stagione e da Kozhin che esordisce dando un ottimo impatto alla gara sia dal punto di vista realizzativo che a rimbalzo, tuttavia questo non è bastato a sopperire alle assenze di Cerescioli e Isabettini.

La cronaca: fin dalle prime battute il CUS si trova a litigare con i famigerati ferri dell’Oratorio Salesiano e nonostante vengano costruiti buoni tiri il tabellone segna un impietoso 2 nella casella dei punti realizzati dopo ben cinque minuti di gioco. Coach Palmioli decide di inserire Mancini e Kozhin che, con 7 punti in due, danno una scossa agli universitari e li riportano a un solo punto di svantaggio, ma Guercio con una tripla firma un nuovo allungo Or.Sal che alla prima sirena chiude in vantaggio 18-14. Nel secondo periodo accelerazione micidiale degli anconetani che, trascinati da Altarino e Olivieri, firmano il massimo vantaggio (+14). Il CUS ha ormai fatto il callo agli svantaggi in doppia cifra in questa stagione e comincia così, con tutta calma, a ricucire lo strappo. Nel secondo tempo l’Or.Sal. cala fisicamente e in difesa fatica a tenere i giocatori del CUS che fermati irregolarmente riescono a sopperire dalla lunetta agli errori al tiro, ma in attacco la verve dei padroni di casa non tende a scemare e a fine quarto altri 3 punti sono stati guadagnati dagli anconetani. La prima metà dell’ultimo periodo è un monologo CUS che mette a segno ben 15 punti e firma il sorpasso con Orioli: 61-60, coach Giorgi chiama timeout. All’uscita dalle panchine comincia un testa a testa forsennato che accende gli animi degli spettatori: Scavongelli restituisce subito il vantaggio ai padroni di casa, Nobili con una tripla sembra firmare l’allungo decisivo per i maceratesi, ma Sabbatini e Campanella riportano avanti l’Or.Sal. Olivieri e Orioli si rispondono l’un l’altro per due volte, nel frattempo coach Giorgi perde per falli Sabbatini, Guercio e Mazza. A due minuti dalla fine siamo sul 70-69 per i padroni di casa, Nobili firma il nuovo sorpasso CUS, sarebbe una tripla, ma un piede pizzica la linea e il direttore di gara impietoso assegna solo due punti. Quando la palla pesa gli ospiti vanno da Campanella che risponde presente e rimette davanti i suoi, nel possesso seguente i maceratesi si producono in un brutto attacco, Burattini ne approfitta e firma il più 3 che risulterà decisivo.

Parziali: 18-14, 20-20, 15-12, 23-27.

Tabellini:
PGS OR.SAL. ANCONA: Guercio 4, Scavongelli 17, Mangoni 2, Sabbatini 9, Olivieri 13, Altarino 8, Burattini 9, Lucchetti, Mazza 3, Campanella 11. All.Giorgi.

CUS MACERATA: Orioli 13, Nobili 11, Trillini 12, Micheli, Mancini 16, Centioni 2, Santinelli 7, Medei, Kozhin 8, Kasperskyy 4. All.Palmioli.

Direttori di gara: Campanelli e Maggiori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X