Basket serie C, esordio convincente per la Vigor Matelica

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Vigor-Matelica

La formazione della Vigor Matelica al completo

Esordio convincente per la Vigor Matelica, anche se i ragazzi di Sonaglia regalano ai tifosi un bel finale thrilling che questi ultimi si sarebbero volentieri risparmiati. Contro i “monelli” della Robur Osimo, Sonaglia manda in campo, per la palla a due, Porcarelli, Sorci, Rosei, Quercia e Usberti. Il primo canestro della stagione è una bomba di Sorci, ma l’inizio vede la Vigor più contratta rispetto agli ospiti che a metà del primo quarto rischiano di scappar via: 12 – 7 e coach Sonaglia che deve chiamare il time out. Al rientro in campo si comincia a vedere la Vigor. La difesa comincia ad alzarsi di livello e il gioco comincia a fluire anche se le mani restano fredde. E’ un gioco molto diverso, quello che si inizia a vedere, senza punti fermi sottocanestro ma fatto di tanto movimento. Il sorpasso avviene a 32” dal termine del primo quarto, sul 17-16. Da quel momento in poi, Osimo non rimetterà più il naso avanti. Il secondo quarto si apre con il giovane Coicchio in cabina di regia, Bracchetti come 3 e Gatti sotto. Coicchio smazza un eccellente assist per il back door di Rosei. Siamo sul 23-18 e la squadra comincia a decollare. All’intervallo si va sul 46-28, massimo vantaggio siglato da Quercia, e la sensazione di una netta superiorità. Si arriva anche a +22, dopo 3′ dal terzo quarto, frutto di una delizia di passaggio di Usberti, che innesca Quercia. Ma la squadra smette di giocare troppo presto e fa prendere coraggio e convinzione ai giovani ospiti. Al termine del terzo quarto il vantaggio è già sceso a +11, ma a 1′ dalla fine Osimo raggiunge addirittura il +5. Si suda freddo ma la squadra non si disunisce e Quercia con 6 punti, tra cui 4 liberi, contribuisce a mettere in cascina i primi importanti 2 punti. Nel complesso, più luci che ombre. Usberti  e Quercia sembrano essere già bene integrati, e lo mostrano non tanto e non solo nei punti ma nei passaggi che distribuiscono. Il primo soprattutto ci ha fatto capire perché Sonaglia lo consideri il play aggiunto mentre il secondo ha già dimostrato di poter essere quella seconda bocca da fuoco esterna che lo scorso anno è mancata. Ma molto positiva è stata indubbiamente anche la risposta dei giovani talenti locali che hanno pagato qualche dazio all’età e a nuove responsabilità, ma che hanno garantito sempre intensità e determinazione.

il tabellino:

VIGOR MATELICA – ROBUR BASKET OSIMO:  92 – 83  Parziali:  (17 -16) (46 – 28) (70 – 59)

Vigor Matelica: Porcarelli 8, Sorci 18, Coicchio 4, Boni n.e., Bracchetti 7, Montanari, Gatti 9, Quercia 23, Agabiti Rosei 14, Usberti 9.
All.re: Sonaglia.
Robur Osimo: Di Maggio 14, Ausili 4, Cardellini 10, Brandoni n.e., Milone n.e., David 15, Vignoni 5, Schiavoni 12, Graciotti 19, Magliani 2. All.re: Francioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X