Al capolinea il rapporto Sirolesi-Maceratese
Ma è una separazione “non consensuale”

Il vice presidente: "Non ho nessuna intenzione di lasciare la società". Il presidente Tardella: "Il Consiglio d'Amministrazione della società non ha rinnovato e non intende rinnovare alcuna carica nei suoi confronti"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Sirolesi-Tardella1-300x225

Mirko Sirolesi e Maria Francesca Tardella

di Andrea Busiello

Giornata movimentata in casa Maceratese. Prima l’ufficializzazione da parte della società della separazione con il vice presidente Mirko Sirolesi tramite una nota ufficiale, poi le dure parole del diretto interessato e infine l’intervento del presidente biancorosso Maria Francesca Tardella. “Non ho mai mandato nessuna lettera di dimissioni e la notizia che io me ne sia andato dalla Maceratese non è assolutamente vera. Non ho nessuna intenzione di lasciare la società nè come vice presidente, nè tantomeno come sponsor e primo tifoso”. Le parole di Sirolesi sono inequivocabili ma il presidente Maria Francesca Tardella, interpellata in merito, è lapidaria e decisa: “Con Mirko Sirolesi la SS Maceratese non ha più alcun tipo di rapporto. Il Consiglio d’Amministrazione della società non ha rinnovato e non intende rinnovare alcuna carica nei suoi confronti. Tra la società, la squadra e il signor Sirolesi non ci sono più rapporti di alcun genere“. Probabilmente nei prossimi giorni ne sapremo di più in merito a questa situazione che vede uscire (non senza polemiche) dalla società il vice presidente Mirko Sirolesi, anche se lui sembra proprio non volerne sapere. Sarà interessante, soprattutto, conoscere le motivazioni che hanno portato a una separazione certamente non consensuale, proprio a pochissime ore dall’avvio ufficiale della nuova stagione calcistica.

Nel frattempo, la formazione biancorossa si sta preparando al meglio per la sfida di domenica all’Helvia Recina (ore 20.45) per il primo turno di Coppa Italia contro la Recanatese. Nelle fila dei biancorossi sicuri assenti Tartabini e Romanski, formazione comunque tutta da verificare nelle prossime ore, soprattutto per i giocatori acciaccati o non ancora al massimo della condizione fisica: il derby con i leopardiani torna a distanza di tre anni dall’ultimo precedente in serie D, datato 3 maggio 2009, quando la Maceratese di mister Pasqualino Minuti superò per 3-0 i giallorossi di Roberto Mobili con doppietta di Perrotta e rete di Caselli, una vittoria illusoria che non riuscì a scongiurare il baratro della retrocessione in Eccellenza. Si auspica che l’atmosfera dei match che contano porti un buon pubblico sugli spalti dell’Helvia Recina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X