“A Macerata serve un’elisuperficie”

LA LETTERA - Fabio Angeloro (Pensare Macerata) lancia un appello per la realizzazione della struttura: "Non possiamo parlare in continuazione solo del parcheggio di Rampa Zara"
- caricamento letture

eliambulanzaDa Fabio Angeloro, della lista civica “Pensare Macerata”, riceviamo:

“Sono un infermiere del Pronto Soccorso di Macerata, iscritto alla lista civica Pensare Macerata, e scrivo in merito ad una questione, a mio avviso , molto delicata, intorno alla quale si susseguono da anni molte voci ma non viene mai fatto nulla di concreto: cioè la creazione di un’elisuperficie. In un momento storico economicamente critico per tutti ,i nostri politici si preoccupano si parlare in consiglio delle stesse problematiche da decenni senza mai trovare uno sbocco di concretezza (piscine, palazzetto, varie bretelle, etc.) a differenze di paesi vicini alla nostra città che nel bene o nel male pensano e concretizzano.
Lavorando in ospedale, soprattutto nei reparti di emergenza quali 118, pronto soccorso e rianimazione, ci si rende conto dell’importanza di intervenire tempestivamente nelle patologie più gravi, dove i primi minuti di soccorso sono fondamentali per la vita degli utenti, i quali, nella maggior parte dei casi ,dopo una prima stabilizzazione nel nostro ospedale debbono essere trasportati in urgenza con l’elicottero alle torrette di Ancona. Fino al rifacimento in sintetico del campo sportivo di Collevario l’eliambulanza aveva l’autorizzazione del comune ad atterrare qui, ma poi questa e’ stata negata trasferendo il punto d’atterraggio a Piediripa o alla zona industriale di Corridonia, zona che come sappiamo tutti nelle ore di punta è soggetta a grandi flussi di traffico con tutte le conseguenze di tempistica del caso per il trasporto dell’ utenza in ambulanza. 
La mia decisione di scrivere, sollecitare e sensibilizzare l’opinione della cittadinanza è stata motivata dal fatto che basterebbe un piccolo investimento per costruirla in una zona limitrofa all’ospedale, che non è più tollerabile che un capoluogo non riesca ad offrire un servizio del genere ai contribuenti e soprattutto perché si parla in continuazione del parcheggio di Rampa Zara ma non si parla di cose importanti come questa, e magari intitolarla al nostro primario Marco Esposito venuto a mancare un anno fa circa, come hanno fatto a Civitanova (che già una ne ha).
Con rammarico ma credo che in questa citta’ ci sia bisogno di gente nuova e che ami davvero il luogo dove si e’ nati e la terra delle proprie origini”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X