Microcamera nel bagno di un ristorante,
furti in casa, droga, alcol e atti osceni
Tanti interventi dei carabinieri nel week end

Molte segnalazioni arrivate al 112 da Civitanova, Montelupone Recanati e Porto Recanati dove è stato denunciato un uomo che si masturbava in pubblico
- caricamento letture

CarabinieriNel fine settimana il 112 della Compagnia Carabinieri di Civitanova ha raccolto una consistente serie di richieste d’intervento da tutto il litorale maceratese.
Il sabato sera è stato caratterizzato da diverse decine di segnalazioni di musica proveniente da locali ed abitazioni private, dove erano in corso serate e feste. Le pattuglie sono intervenute, dopo la mezzanotte, per i controlli e le verifiche in quei locali segnalati.

Servizi con etilometro ed antidroga sulle strade. Le due autoradio del Radiomobile, munite di etilometro e precursore, hanno fermato 122 automobili. Tre ragazzi, tutti di Civitanova, sono stati fermati a bordo di un fuoristrada nei pressi del trialone. Scattata la perquisizione, sono state rinvenute alcune dosi  di MDMA (MetilenDiossiMetaAnfetamina), in gergo ecstasy, unite ad una modica quantità di marjuana. I tre sono stati segnalati alla Procura ed alla Prefettura di Macerata. Un altro giovane è stato invece fermato a Recanati, questa notte, durante i controlli che, il radiomobile civitanovese e la Stazione recanatese, stavano conducendo sulle strade della cittadina leopardiana. Guidava in stato di ebbrezza, rilevata con l’etilometro, ed è stato sottoposto a ritiro della patente, perdita di 10 punti e segnalazione alla magistratura. Sulla statale 16, nel Comune di Civitanova, un’altra patente è stata ritirata perchè scaduta di validità e  sono state contestate 3 infrazioni per l’uso del cellulare alla guida.

A Montelupone un tentativo di furto in una villetta è invece sfumato per l’arrivo dei proprietari che, accortisi di alcune anomalie, prima di entrare in casa hanno chiamato al 112. Una pattuglia della Stazione di Montelupone ha subito raggiunto i proprietari ed ha eseguito un’accurata ispezione dei luoghi. Effettivamente, senza scasso e da una porta lasciata aperta, erano entrati del ladri che avevano ammucchiato vari oggetti da asportare in un bagno. L’arrivo dei proprietari, poco prima della mezzanotte di sabato, cui seguiva di pochi minuti quello dei carabinieri li ha messi in fuga.

A Porto Recanati, ieri mattina, i Carabinieri del luogo hanno fermato e denunciato per atti osceni in luogo pubblico, un venticinquenne di Potenza Picena. Una segnalazione al 112 da parte di una donna che, mentre passava a piedi nei pressi della pineta, aveva notato questo giovane che, avanzando fra gli arbusti, alla sua vista si era denudato dei pantaloni iniziando a compiere atti osceni. I militari della stazione di Viale Europa, di fronte alla puntuale e tempestiva segnalazione, che segue ad altre dei giorni precedenti su episodi analoghi denunciati tuttavia soltanto dopo qualche ora, si sono precipitati sul posto ed hanno colto quel giovane che, alla vista della pattuglia aveva solo fatto in tempo a risollevarsi i calzoni, non riuscendo tuttavia ad allacciarli. È stato identificato e dovrà rispondere del reato alla magistratura del capoluogo.

  Il numero di emergenza del 112 era stato composto anche alcuni giorni fa dai dipendenti di un punto di ristorazione della costa. Avevano notato, nella toilette delle donne, uno strano oggetto. I carabinieri hanno scoperto che si trattava di una microcamera spia con memoria interna, posizionata in un punto nascosto per cogliere le immagini di quel luogo. L’artigianale aggeggio è stato sequestrato dai militari del nucleo operativo della compagnia di Via Carnia per ulteriori accertamenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1