Cinque esponenti di “Mc è nel cuore”
contro i (loro) consiglieri comunali:
“Inaccettabile la rottura dal Pdl”

SCONTRO NEL CENTRODESTRA - Alcuni componenti del comitato elettorale non accettano la recente presa di posizione di Nascimbeni e D'Alessandro: "Siamo nati per sostenere Pistarelli e l'alternativa al centrosinistra"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
gianluca-brizi

Gianluca Brizi

 

Cinque esponenti della lista civica “Macerata è nel cuore”  (Francesco Ciotti, Michele Pierini, Gianluca Brizi, Federico Cervigni e Luca Ottolina) prendono le distanze dalla recente presa di posizione politica dei consiglieri comunali Nascimbeni e D’Alessandro nei confronti del Pdl (leggi il botta e risposta) , ritendendola “non rappresentativa della lista civica e assunta senza alcuna preventiva discussione collegiale.

“Siamo sinceramente esterrefatti – scrivono –  per la posizione assunta dai consiglieri comunali Nascimbeni e D’Alessandro.

Siamo nati due anni fa nella campagna elettorale per le lezioni amministrative di Macerata. La lista si è chiamata Macerata è nel cuore-Pistarelli sindaco, come lo slogan della intera campagna elettorale, perché era stata pensata e voluta dal comitato elettorale che ha sostenuto sin dall’inizio la candidatura di Fabio Pistarelli e la creazione della coalizione di centro destra.

Ci abbiamo messo idee, energie, entusiasmo e progetti, che uniti in una forte coalizione alternativa alla sinistra che governa da sempre e male Macerata hanno sfiorato la vittoria.

Grazie a quella scelta e a quella campagna elettorale è stato infatti raggiunto il ragguardevole risultato del 49,8 % al ballottaggio (solo a -162 voti rispetto a Carancini) e il 6,5% conquistato dalla lista, che ha significato l’elezione di due rappresentanti, Fabrizio Nascimbeni e Francesca D’Alessandro. Ora chi e quando è stato deciso di tradire quel mandato dato dagli elettori?

In quale luogo e riunione è stato mai deciso di compiere una rottura con il Pdl, e addirittura prendere le distanze dalla campagna elettorale di due anni fa?

Non ci siamo mai riuniti per discutere questo e riteniamo che queste scelte non possano essere fatte singolarmente, senza ascoltare chi ha fatto parte della lista o del comitato elettorale “Macerata è nel cuore per Pistarelli sindaco” da cui è nata la lista.

Quali sono infatti gli obiettivi di queste dichiarazioni? Di non riconoscersi più nel centro destra e nell’alternativa alla sinistra?

Noi siamo e rimaniamo di centro destra e crediamo fortemente che questa città abbia bisogno di una alternativa alla sinistra che governa da troppi anni ed è la responsabile dei gravi problemi che condizionano la nostra città , che amiamo, ed il suo futuro.

Non è certo dividendosi o polemizzando tra opposizioni che si creano le condizioni per vincere la prossima volta ma è facendo una seria denuncia di tutti gli errori che continua a compiere la sinistra e la Giunta Carancini, e proponendo un forte progetto alternativo, che si può cambiare.

L’appello a Nascimbeni e D’Alessandro è che ripensino al più presto alla loro presa di posizione, oppure cambino il nome del gruppo, perché non rappresenterebbero più né lo spirito né i contenuti per cui è nata Macerata è nel cuore né le volontà di chi continua a farne parte idealmente e come scelta politica”.

Francesco Ciotti

Michele Pierini

Gianluca Brizi

Federico Cervigni

Luca Ottolina



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X