Basket, Cus Macerata corsaro a Matelica
Orioli e Santinelli sugli scudi

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Andrea-Santinelli

Andrea Santinelli

Prestazione maiuscola del CUS Macerata che espugna il sempre ostico campo di Matelica, ricaccia indietro l’assalto della compagine dell’entroterra maceratese e tiene il passo della Junior basket Porto Recanati, mantenendo la terza piazza pari merito. Ineccepibile la prova dei ragazzi di Palmioli in fase difensiva, capaci di concedere la miseria di 51 punti ai padroni di casa abituati a viaggiare sui 70 di media quando calcano il parquet del terreno amico; in fase offensiva prestazione da incorniciare per Santinelli e Orioli entrambi oltre i 20 punti e per la serie: “le statistiche dicono molto, ma non tutto” da segnalare le pregevoli prove difensive di Trillini e Medei, con il primo impegnato a limitare con successo Mencucci e il secondo onnipresente in aiuto e sotto canestro. La cronaca: partono bene i padroni di casa che rispondono a una tripla di Santinelli con un parziale di 10-0, 7 punti griffati Luzi, il CUS insegue con Orioli, ma continua a soffrire il lavoro dei lunghi locali che con Gagliardi continuano a trovare la via del canestro. Gli ospiti riescono a riprendersi nel finale e un paio di buone difese propiziano l’aggancio e chiudono il primo quarto sul 17-17. Nel secondo periodo cresce l’intensità dei cussini che limitano ottimamente i tentativi di attacco dei gladiatori e trovano in un Santinelli ispiratissimo la principale opzione offensiva, saranno 12 per lui i punti nel quarto. Un fallo e canestro di Orioli manda le squadre al riposo sul 25-38. Il terzo periodo non offre un grande spettacolo, con molti errori da una parte e dall’altra, alla fine sono gli ospiti a trarne vantaggio guadagnando 1 punto e presentandosi alla quarta frazione in vantaggio di 14. I giochi sembrano chiusi, ma troppe volte i maceratesi hanno perso partite che sembravano essere in cassaforte, ecco infatti puntuale come un orologio svizzero il break dei padroni di casa che prima accorciano con due bombe di Cruciani e poi raggiungono il meno 5 con una tripla di tabella di Mencucci. Il CUS comincia ad accusare pesantemente la fatica e sente ormai il fiato sul collo degli inseguitori, ma ci pensa Orioli, con un arresto e tiro dalla media, a sbrogliare una situazione che stava diventando fin troppo complicata. Dopo l’ennesima stoica difesa ci pensa Cerescioli con un piazzato a siglare il più 9 e a mettere in ghiaccio la partita. Il resto del tempo è riempito da una lunga serie di viaggi in lunetta che fissano il risultato sul 51-64.

Parziali: 17-17, 8-21, 9-10, 17-16

GLADIATORES MATELICA: Cruciani 9, Cingolani, Luzi 16, Bardi, Gagliardi 4, Mencucci 12, Eustacchi 1, Torselletti 5, Piras 1, Massari 3. All.Sestili.

CUS MACERATA: Orioli 22, Trillini 5, Funari, Core, Santinelli 25, Medei 2, Kozhin 2, Pucciarelli 2, Cerescioli 6, Pierini. All.Palmioli.
Direttori di gara: Cardinali e Sperandini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X