Clemente è una furia, il Serralta
cala il poker sulla Folgore

COPPA MARCHE DI SECONDA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Clemente

Luca Clemente

 

Il Serralta inizia nel migliore dei modi la stagione agonistica aggiudicandosi il primo impegno casalingo ed ufficiale, la gara di andata di Coppa Marche di Seconda categoria, battendo in maniera netta la Folgore Castelraimondo. Risultato altisonante e rotondo per i gialloblù, un 4-1 che sa di ipoteca per il passaggio del turno e che rispecchia quello che si è visto nell’arco dei 90’ di gioco. Nel primo tempo, chiusosi in parità (1-1), c’è stata più partita con le due squadre che si sono equivalse e si è visto un certo equilibrio; nella ripresa, invece, la differenza tra le due contendenti è emersa in maniera più marcata ed evidente ed il Serralta ha preso il largo dilagando ed alla fine il divario di reti poteva anche essere più ampio. Molte, quindi, le note positive per la squadra di Biciuffi che ha saputo confermare quanto di buono mostrato 48 ore prima in amichevole, riuscendo a costruire un match convincente che ha fornito risposte assai buone sotto il profilo del gioco e della condizione atletica, anche se non mancano le cose da perfezionare, ma tale prestazione dà ottimismo e fiducia per il futuro. Ancora sugli scudi tutti i nuovi che hanno fatto molto bene e serata di grazia in particolare per Clemente, tripletta per lui, e per Sfrappini che ha firmato il gol dell’ex. Bene anche la Folgore, squadra con tanti giovani interessanti, che ha mostrato organizzazione tattica, pericolose e veloci ripartenze e buona corsa, almeno fino a quando le gambe hanno girato al meglio, poi nella ripresa il calo c’è stato e netto e la squadra ne ha sofferto, specie in difesa dove gli spazi concessi sono stati un po’ troppi. L’avvio è di studio e dura fino al 18’ quando una girata di testa di Clemente manda la palla a rimbalzare sulla parte superiore della traversa. La risposta del Castelraimondo è immediata e mortifera: il piccolo e svelto Tiranti sguscia via in area dove viene inseguito da Piccioni che alla fine gli cade sopra travolgendolo per un chiaro calcio di rigore che viene trasformato da Biordi con un tiro forte e centrale. Il pareggio del Serralta giunge al 34’ e sempre su penalty commesso ai danni di Clemente che penetra in area da destra dopo aver saltato in dribbling Trognoni che poi lo sgambetta da dietro; anche in questo caso il rigore è netto e lo stesso numero 10 lo trasforma con un imprendibile piatto destro rasoterra. Il primo tempo va in archivio con un‘altra chance per i locali: Clemente si fa largo sulla destra da dove scodella un morbido pallone che viene schiacciato di testa da Sfrappini che costringe Pettinari alla respinta in tuffo, arriva Carbone che ribatte in corsa, ma il giovane portiere ospite è prontissimo a rialzarsi ed a ribattere d’istinto. Ripresa che parte con i gialloblù ancor più decisi e convinti alla ricerca del vantaggio che arriva puntuale al minuto 13 con l’ex Sfrappini che raccoglie un invito filtrante di Gigli Claude e, dopo aver controllato in corsa la sfera, batte l’estremo avversario con un preciso destro a fil di palo. Il Serralta ci prende gusto e gioca davvero bene e al 25’ Clemente manca di un nulla la terza rete con un bel colpo di testa che termina sul fondo di pochissimo, ma il 3-1 è solo rimandato perché arriva al 29’: lungo rilancio dalle retrovie che viene catturato dallo scatenato Clemente che entra in area per via centrale e con un tocco morbido in corsa inganna Pettinari in uscita. La serata magica di Clemente non si esaurisce qua, dato che il nuovo attaccante gialloblù si ripete al minuto 35 quando trova la tripletta personale che vale il 4-1 finale: lungo spiovente da destra di Gigli Claude che scende a centro area dove Clemente è pronto per deviare al volo con il destro e poi a ribadire in rete con un secondo tocco, più semplice e sempre con il destro, necessario per riprendere la corta respinta di Pettinari. Il match si chiude con un’altra bella azione in velocità del Serralta che poteva portare al gol numero 5, ma Giorgi, e sarebbe stata una rete meritatissima per l’ottima partita fatta dall’esterno, manca di pochissimo la porta con un pallonetto che lambisce il palo e termina sul fondo.

il tabellino:

SERRALTA (4-4-2) : Appignanesi, Palazzesi (36’ st Allegrini), Piccioni, Gigli V. (32’st Scarpacci), Carbone, Natali, Gigli C, Maccioni(20’st Montemarani), Sfrappini (28’st Dignani), Clemente, Giorgi. A disp. Sorichetti, Marrocchi. All. Biciuffi.

FOLGORE CASTELRAIMONDO (4-3-1-2) : Pettinari, Di Lupidio (37’st Gabriellini), Fabiani, Trognoni, Pompai, Micucci, Tiranti(42’st Aquila), Lori, Taini (1’st Paggi), Biordi (14’st Castellini), Nebbia. A disp. Conti, Campetella, Pompei. All. Bonifazi.
ARBITRO : Viglietta di Macerata.

RETI: pt 19’ Biordi su rigore, 34’ Clemente su rigore; st 13’ Sfrappini, 29’ e 35’ Clemente.

NOTE : spettatori 50 circa. Ammoniti: Fabiani, Lori, Paggi, Gigli V, Tiranti, Di Lupidio, Piccioni. Angoli: 4-3 per la Folgore. Recupero tempo: pt 2’, st 3’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X