L’ex vice sindaco Marconi: “Spuri è un ostacolo per chi ha interessi nell’urbanistica”

- caricamento letture

spuriCesare Spuri, dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Macerata, incarna uno dei nodi cruciali nei travagliati rapporti tra il sindaco di Macerata Romano Carancini e la sua maggioranza. La nomina del dirigente ha contribuito ad intaccare i già fragili equilibri interni all’amministrazione probabilmente anche per l’importanza delle sue competenze. E’ infatti la commissione III Ambiente e Territorio a dare più filo da torcere al primo cittadino. «Il fatto è che nella terza commissione passano tutte le delibere sulle quali deve esserci confronto – motivano i componenti della stessa – nelle altre commissioni di solito le discussioni sono di altro genere». Fatto sta che nella maggior parte delle sedute l’atmosfera è quella della resa dei conti. Nei giorni scorsi il presidente della Commissione Luigi Carelli (Pd) aveva espresso il suo scontento per la situazione che si è venuta a creare in seguito alla nomina del dirigente. Il sindaco Romano Carancini non ha perso tempo e ha subito replicato al consigliere:   “In relazione alle dichiarazioni del presidente della commissione Ambiente e territorio, il consigliere del Pd, Luigi Carelli, mette in discussione la professionalità del dirigente dei Servizi Tecnici, ingegner Cesare Spuri, ritengo doveroso replicare con una nota che chiarisca la posizione del Sindaco e dell’Amministrazione comunale.  Mi preme affermare e confermare la piena fiducia e il totale sostegno che il Sindaco e l’Amministrazione comunale nutrono nei confronti del dirigente Spuri e di tutta la struttura comunale, che in questo primo periodo di amministrazione ha lavorato con impegno e dedizione in un fase molto difficile dovuta alla minore disponibilità di risorse economiche. Personalmente, anche in qualità di assessore all’Urbanistica  – prosegue il sindaco Carancini – ritengo che le solide esperienze e la competenza professionale dell’ingegner Spuri abbiano sorretto non solo il lavoro del Sindaco e della Giunta, ma anche il dibattito all’interno della commissione Urbanistica e del Consiglio comunale in piena sintonia con gli obiettivi politici e programmatici dell’Amministrazione.Credo che alcune riflessioni sull’esercizio dei ruoli politico – istituzionali e tecnici debbano essere svolte all’interno del percorso che ci attende, allo scopo di trovare una virtuosa  sintesi che consenta la realizzazione piena del nostro programma, nell’interesse esclusivo della città di Macerata.Non entro nel merito delle osservazioni sulle questioni politiche riportate nell’articolo – conclude il primo cittadino – perché sono oggetto di un dibattito politico in atto che necessita di un percorso serio di confronto e sintesi che non può ridursi a frettolose dichiarazioni sui giornali”.

marconi_big

Lorenzo Marconi

Anche l’ex vice sindaco Lorenzo Marconi interviene sul tema, senza mezzi termini.
«Dopo il botta e risposta di Sindaco e Giunta con Carelli viene la voglia di chiedersi se può essere sufficiente essere Presidente di una Commissione consiliare per condizionare/indirizzare le scelte di un’ Amministrazione, tanto più in una evidente situazione di possibile conflitto di interessi.  Eppure l’esperienza pregressa (i cinque anni precedenti) avrebbe dovuto sconsigliare di ricreare situazioni già vissute. Ma possibile che non c’è nessuno disposto a dire le cose come stanno e cioè che Spuri non è tipo da accettare imbeccate da chicchessia e che quindi oggettivamente costituisce un ostacolo per chi evidentemente si è dato come compito la tutela degli interessi di quanti, nella propria categoria professionale,  vivono come lesa maestà qualsiasi intervento che cerchi di tutelare il territorio, di porre un argine al continuo espandersi di una urbanistica “alla carta”. Crea diffidenza perfino una politica che tenta anche solo piccole innovazioni a tutela dell’ambiente,  ad esempio con misure che incidano sui consumi energetici degli edifici ecc.. perché costringe al confronto con  competenze ed esperienze innovative che possono mettere in discussione ruoli consolidati. Penso che chi ha responsabilità in questa amministrazione  debba assumersi il compito di mettere fine ad una tale situazione.Ci tengo a precisare che quanto sopra va considerato e letto come espressione di un punto di vista personale».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X