Cingolana, pari che equivale alla salvezza
Per la Maceratese ci sono i play out

ECCELLENZA - Per i biancorossi la doppia sfida contro il Real Metauro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Francesco-Romanski

Francesco Romanski, infortunatosi nella sfida di Cingoli

Tutto è bene quello che finisce bene per la Cingolana, mentre per la Maceratese la stagione non è ancora terminata. Logico il risultato, scaturito alla fine e anche un po’ prima dell’epilogo: la partita non è stata disputata con furori agonistici che avrebbero potuto rivelarsi autolesionistici per la Cingolana (a cui bastava il pareggio per consolidare l’obiettivo-salvezza quindi centrato) e per la Maceratese che, a prescindere dal verdetto dell’ultimo derby stagionale, deve disputare i play out contro il Real Metauro. La Cingolana ha dovuto fare a meno di Tombesi e Schiavoni squalificati, e di Simoncelli infortunato, la Maceratese d’una serie di titolari (tra diffidati e appiedati per indisponibilità fisica) quindi ha dato via libera a quattro fuori-quota che si sono applicati per conferire un’apprezzabile tono all’impegno peraltro mai e reciprocamente esasperato. Quindi ecco le note di cronaca, che si sono contate veramente sulle dita d’una mano. Primo tempo, 23’: Giuliani verso la linea di fondo ha crossato dalla destra per Cresta che, contrastato da due rivali, ha tirato fiacco e fuori. 32’: Giulietti è uscito in tuffo per rubare l’istante e il pallone all’accorrente Iuvalè. 42’: Cresta si è infiltrato sulla sinistra e, visto Giuliani verso il centro dell’area, lo ha imbeccato di precisione, però Del Moro è riuscito ad anticipare l’avversario rinviando lungo. Secondo tempo, 5’: bello e poderoso il tiro di Massei, ma abbondantemente a lato. 9’: Marchegiani ha eseguito un calcio piazzato, sulla palla spiovente si è elevato Fraternali che ha inzuccato in direzione di Cavaliere pronto a bloccare senza problemi. Gradualmente la sfida si è isterilita in manovre stucchevoli, quindi la Cingolana ha festeggiato “bagnando” abbondantemente, per l’acquisita permanenza, chi s’è trovato dentro lo spogliatoio e nelle vicinanze. Per la Maceratese i play out contro il Real Metauro.

il tabellino:

CINGOLANA: Giulietti, Cacciamani, Federici, Lippi, D’Addazio, Fraternali, Gigli A., (34’ st Crescimbeni), Tomassoni, Cresta, (4’ st Massei), Marchegiani (26’ st Clementi), Giuliani. A disp.: 12 Emiliani, 13 Gianfelici, 15 Mancini, 18 Simoncelli. Allenatore: Mazzaferro.

FULGOR MACERATESE: Cavaliere, Romagnoli (26’ st Cacciatori), Leopardi, Borioni, Del Moro, Benfatto, Romanski (5’ st Sgalla), Iuvalè, Capenti, Grcic (24’ st Cacopardo), Eclizietta. A disp.: 12 Martinelli, 13 Borgiani, 15 Gigli L., 16 Petrucci. Allenatore: Pierantoni.

Arbitro: Domenella di Ancona (Evandri e Iommi di Fermo).

Note: ammoniti Gigli A., Giuliani, Borioni. Romanski è uscito per infortunio al ginocchio destro. Spettatori quasi 300. Calci d’angolo 2-0 (2-0) per la Cingolana. Recuperi: 2’ e 2’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X