Macerata celebra
il 25 aprile

- caricamento letture

depcoroneorizz1-300x225

Si è  svolta questa mattina a Macerata la cerimonia a carattere provinciale per la celebrazione del 66° anniversario delle Liberazione. Il 25 aprile 1945 è stato  ricordato, nel suo significato storico, nel suo valore fondante per la Costituzione repubblicana, nella sua attualità per la crescita democratica, con i vari interventi che si sono susseguiti in piazza Cesare Battisti ed in particolare nell’orazione ufficiale tenuta dalla professoressa Paola Magnarelli dell’Università di Macerata. L’oratrice, che ha letto anche alcuni articoli della Costituzione italiana insieme a brani di lettere lasciate da partigiani caduti, ha indicato nell’antifascismo l’elemento alla  base della ricostruzione dell’Italia nel secondo dopoguerra e il valore su cui si basano i principi fondamentali della nostra Carta costituzionale.

Magnarelli1-300x225

La professoressa Paola Magnarelli

Prima della professoressa Magnarelli hanno preso la parola: il sindaco Romano Carancini, il quale si è soffermato sull’attualità che ancora oggi hanno i valori della Resistenza; Tiziana Tombesi, che – nella sua duplice veste di vice prefetto e vice commissario prefettizio della Provincia di Macerata – ha sottolineato in vari passaggi del suo intervento il valore essenziale della Liberazione nelle storia dell’Italia unità di cui quest’anno si celebra il 150°. Dopo i rappresentanti delle due istituzioni locali, organizzatrici della manifestazione, ha preso la parola il presidente provinciale dell’Anpi, Lorenzo Marconi, il quale ha condannato ogni tentativo di oscurare la Resistenza ed ha ricordato le numerose manifestazioni che le diverse sezioni Anpi del maceratese, in collaborazione con i Comuni, promuovono proprio allo scopo di tener vivo il ricordo e tramandare ai giovani i valori di libertà e democrazia.

autorit%C3%A0-300x225
Alla cerimonia hanno preso parte autorità militari in rappresentanza di tutti i comandi provinciali delle varie Armi e numerosi Sindaci dei Comuni della provincia. Diversi anche i Gonfaloni comunali presenti, tra cui quello di Tolentino, città insignita della medaglia d’argento al valor civile per il contributo dato alla Liberazione ed inoltre quelli dei Comuni di Esanatoglia, Montecosaro, Montelupone, Potenza Picena.

La giornata celebrativa del 25 aprile si era aperta alle 9 con la deposizione di due corone d’alloro, una del Comune ed una della Provincia, al monumento alla “Resistenza nel Maceratese” in via Cioci. Anche qui, oltre al Sindaco Carancini ed al vice commissario della Provincia, Tombesi, era presenti diverse autorità civili e militari, nonché semplici cittadini.

Cerimonie commemorative sino sono svolte in mattinata anche nei Comuni di: Cingoli, Corridonia, Recanati e Portorecanati. Nel pomeriggio con partenze da Gagliole, Matelica e San Severino sono stati organizzate le “passeggiate sui sentieri della memoria” fino al monumento dedicato al comandante partigiano  Salvatore Valerio in località Roti Valdiola. A Corridonia, festa “Resistente” a Villa Fermani. A Cingoli (teatro Farnese) “Concerto Liberazione Rock”. Tradizionale concerto di chiusura in serata a Macerata (Piazza Mazzini) con gruppi rock e folk.

Magnarelli2-300x225

***

LE MANIFESTAZIONI IN PROGRAMMA DURANTE LA SETTIMANA

Le celebrazioni per il 66° anniversario della Liberazione dall’occupazione nazifascista proseguiranno fino a maggio, in vari Comuni del maceratese, con numerose manifestazioni. Ecco quello in programma questa settimana:

Martedì  26 aprile (ore 21) a Potenza Picena proiezione del film “L’uomo che verrà”, nella Sala “U.Boccabianca”.

Venerdì  29 aprile, alle ore 17, la Biblioteca Comunale “Mozzi-Borgetti”, a Macerata, ospiterà la conferenza di Claudio Gaetani (ISREC) “Risorgimenti. Quando il cinema ha fatto gli italiani” mentre alle 17.30, a Monte San Martino, nell’oratorio di San Venanzo, Francesco Rocchetti (ISREC) parlerà su “Quando i giovani fanno la storia: un nuovo soggetto politico dal Risorgimento alla Resistenza”.

La sera di sabato 30 aprile, a Porto Potenza Picena, alle ore 21.15 all’oratorio Don Bosco, Anna Rosa Nannetti (presidente associazione Vittime di Marzabotto) presenterà il suo nuovo libro “I bambini del’44”.

Domenica 1 maggio, alle 9.30, partirà da Caldarola l’ottava Marcia della Memoria, che si concluderà a Montalto sui luoghi dell’eccidio del 1944.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X