Capponi: “Porterò a Macerata
Berlusconi e 4 ministri”

L'ex presidente della Provincia commenta le dichiarazioni del premier sull'annullamento delle elezioni e si dice ancora fiducioso per l'alleanza con l'Udc
- caricamento letture

 

capponi-franco_1460-300x208

di Alessandra Pierini

«La Sinistra usa toghe politicizzate » Lo ha detto Silvio Berlusconi in una telefonata alla festa del Pdl a Fabriano trasmessa in diretta su Sky e, secondo il premier, quanto accaduto in Provincia di Macerata con l’annullamento delle elezioni provinciali del 2008, ne è l’esempio lampante.
Franco Capponi, ex presidente della Provincia, non può che essere d’accordo con il Presidente del Consiglio: «La situazione verificatasi alle elezioni provinciali è dovuta  ad un  corto circuito interpretativo tra diversi gradi di giudizio amministrativo. Noi rispettiamo  la sentenza, non possiamo fare diversamente, ma non è possibile che nessuno paghi per gli errori commessi da uno qualsiasi dei giudici intervenuti. Riconosciamo che i procedimenti sono complicati e ridondanti ma questo non toglie che sono i cittadini a rimetterci. Siamo contenti che in questa vicenda il Governo condivida il nostro pensiero. Siamo sicuri che governeremo in maniera corretta e seria come abbiamo dimostrato in un anno in Provincia».

Dopo la telefonata fatta venerdì sera, il premier Berlusconi potrebbe anche essere in città, proprio per sostenere la candidatura di Capponi. Sicuramente in campagna elettorale, interverranno diversi ministri: «Abbiamo chiesto un maggiore interessamento governativo anche per questo territorio visto che il governo di centro sinistra ci ha lasciato da parte e ora la Regione non sta facendo niente per migliorare la situazione. Hanno abbandonato l’Università che si risolleverà solo grazie al nostro accordo di programma tra gli atenei di Macerata e Camerino. C’è un problema di infrastrutture che stiamo in parte risolvendo con la Quadrilatero, unica grande opera in Italia e per fortuna stanno arrivando 150 milioni di euro per continuare i lavori. Il primo ministro che verrà a Macerata sarà senz’altro Maurizio Sacconi che vuole confrontarsi con noi sul modo innovativo con cui abbiamo gestito il Fondo Sociale Europeo. In questi giorni la Cgil sta criticando il sistema degli stage e noi abbiamo trasformato gli stage in progetti di ricerca e abbiamo investito nel bando per la creazione di impresa per il quale la Provincia ha ricevuto più di 150 domande. Sacconi verrà anche al Festival nazionale del Lavoro  che si svolgerà nuovamente a Treia e nella provincia di Macerata, particolarmente rappresentativa per un buon rapporto tra impresa e sindacati. Ci saranno poi il Ministro di infrastrutture e trasporti Altero Matteoli , degli Affari Esteri Franco Frattini e dell’Istruzione Mariastella Gelmini».

Come procede con l’Udc? «L’esperienza fatta è stata positiva – spiega Capponi – in questa tornata elettorale i simboli avranno un peso minore mentre conteranno molto la persona e il progetto. L’Udc ha in comune con noi un sistema valoriale e condivide il nostro progetto quindi non credo che ci saranno difficoltà».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X