Fortezza Recanati,
dopo la sconfitta a tavolino
si dimette il ds Burdo

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il ds della Fortezza Angelo Burdo ha rassegnato le sue dimissioni

di Mauro Nardi

Angelo Burdo ha rassegnato le dimissioni. Il direttore sportivo della Fortezza Recanati ha rimesso il suo mandato nelle mani del presidente Giuseppe Pierini, in seguito all’episodio verificatosi domenica in occasione dell’incontro casalingo con la Co.Mar Treviglio, sospeso all’inizio del quarto periodo per il malfunzionamento del tabellone elettronico ma sopratutto per la mancanza dell’apparecchiatura di emergenza prevista dal regolamento.  Burdo – stando alle poche righe di comunicato apparse sul sito della società giallo verde – si ritiene infatti uno dei responsabili principali, per il danno creato alla squadra, alla società, ai tifosi ed al pubblico e resta in attesa del consiglio direttivo straordinario convocato domani pomeriggio alle ore 18,30 nel quale verranno retificate o revocate le sue dimissioni. L’ultima parola spetta quindi ai componenti del consiglio e al presidente Giuseppe Pierini che dopo la clamorosa negligenza organizzativa costata la sconfitta a tavolino, ha ritenuto opportuno scusarsi con squadra, tifosi e l’intera città attraverso una lettera aperta. “Era una grande festa – scrive il numero uno della dirigenza leopardiana – Il Palasport “Cingolani” che si presentava veramente splendido dopo i lavori effettuati dall’Amministrazione Comunale che ringraziamo in modo sentito nelle persone del Sindaco Francesco Fiordomo,del delegato allo sport Mirco Scorcelli e del dirigente dei lavori pubblici Maurizio Paduano, per l’impegno profuso e le risorse umane ed economiche investite.  C’era tanta gente a tifare La Fortezza, un grande entusiasmo, una squadra che teneva testa meravigliosamente al Treviglio. Stavamo vincendo, sono sicuro che avremmo vinto. Invece é successo l’imponderabile, un errore clamoroso, una dimenticanza che ci é costata molto cara e la conseguente sconfitta a tavolino. Non dovrebbe mai succedere, purtroppo é avvenuto ed abbiamo rimediato una figuraccia. La dirigenza si scusa con la città di Recanati, con i tifosi, con lo staff tecnico e la squadra. Quanto é successo é per tutti noi un monito: dobbiamo migliorare l’organizzazione societaria e curare ogni dettaglio, ogni cosa con maggiore attenzione. Ho riunito urgentemente il direttivo della società per chiarire la situazione. Non gettiamo la croce addosso a nessuno:  la società tutta si assume la responsabilità di ciò che si é verificato. Siamo consapevoli della gravità di quanto é successo, ma andiamo avanti con coraggio per vincere la sfida di restare in questa categoria che abbiamo conquistato con tanti sacrifici”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X