Comune, spunta la lista Giustozzi
Regione, Conti avverte il Pdl:
“Troppo potere a Civitanova”

Il segretario generale della Provincia ha pronta una lista per candidarsi sindaco
- caricamento letture

conti-giustozzi

di Matteo Zallocco

Conti sì, Giustozzi no? Dopo aver riavvicinato l’ex parlamentare, ora per il Pdl e il candidato sindaco Fabio Pistarelli sembra siano nati problemi con l’ ex assessore comunale e segretario generale facente funzione della Provincia. La candidatura di Mauro Giustozzi a sindaco era stata avanzata lo scorso marzo ed ora riprende quota, sostenuta da diverse persone di provenienza Udc, ex Dc ed ex Forza Italia. Stando ai ben informati Giustozzi ha già pronta la sua lista per le Comunali con l’elenco dei candidati a cui stava lavorando da diverse settimane. Al gruppo che sostiene Giustozzi non sono piaciuti i cambi di direzione e le indecisioni di Ancona sulla scelta dei candidati per le Regionali. Il segretario generale della Provincia, cercato dal Pdl per rappresentare Macerata in Regione, era decisamente orientato per accettare la proposta, certo di essere l’unico maceratese in lista. Ma la candidatura di Giulio Conti ha cambiato le carte in tavola. Nei prossimi giorni Giustozzi prenderà la sua decisione.
Intanto lo stesso Conti oggi pomeriggio ha convocato un’altra conferenza stampa per comunicare di aver accettato la candidatura alle Regionali ma per dire anche che nella lista del Pdl c’è poco rappresentatività territoriale. “Il candidato presidente (Marinelli) è di Civitanova – ha detto l’ex parlamentare – e la metà dei candidati consiglieri rappresentano il territorio civitanovese: Francesco Acquaroli di Potenza Picena, Alessandra Massari di Montecosaro oltre ad Ottavio Brini e Veronica Fortuna di Civitanova. Anche per questo è fondamentale e doveroso avere almeno due candidati del capoluogo e per questo se ci sarà anche Giustozzi io sarò contentissimo. E’ comunque un errore non avere un candidato di Recanati (e della vicina Porto Recanati), che è il terzo Comune della provincia, e di Cingoli dove l’Udc prende il maggior numero di voti e andrebbe contrastata”.
Conti parla poi della possibilità che Giustozzi decida di rinunciare alle Regionali per candidarsi a sindaco con una sua lista: “Secondo me il suo è uno strumento di pressione politica per avere più peso per le Regionali, anche perché i tempi per formare una lista ormai sembrano troppo stretti”.
Il coordinamento regionale del Pdl vorrebbe chiudere la lista già domani, ma c’è tempo entro il 26 febbraio.
Giulio Conti passa poi a parlare delle Comunali dove l’accordo con Pistarelli appare ormai certo: “Mi incontrerò con lui a breve”.
Qualcuno, a proposito di questo riavvicinamento, ha parlato di un vecchio modo di fare politica. “La verità – risponde  Conti – è che c’è stata una grande pressione psicologica di essere la causa della vittoria del centrosinistra. Noi abbiamo cercato di fare il terzo polo che sarebbe stata una scelta vincente ma purtroppo è fallito perchè ogni lista civica voleva candidare un proprio esponente ad eccezione del sottoscritto, di Maurizio Mosca e di Vittorio Lanciani. E anche i forti contrasti interni dell’Udc hanno fortemente contribuito al fallimento del terzo polo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X