Conti e i Popolari Liberali
fanno sorridere Pistarelli

Si allarga la coalizione di centrodestra in attesa dell'Udc
- caricamento letture

conti-peirino
di Matteo Zallocco

e Alessandra Pierini

“Macerata vince” si allea con “il candidato che non può vincere”. La lista di Giulio Conti ormai ha deciso anche se l’ex parlamentare di An dice che la sua risposta definitiva la darà lunedì. Dopo aver duramente attaccato Fabio Pistarelli per mesi con una lunga serie di conferenze stampa, Giulio Conti ha ceduto alle lusinghe del suo partito e dello stesso Pistarelli che ha ripetutamente definito “una scelta perdente”. Nella conferenza stampa di oggi pomeriggio, Conti ha elencato una serie di proposte sui programmi che già stasera sottoporrà all’attenzione di Pistarelli. Sembra non esserci niente che il candidato del centrodestra non possa accettare e condividere. La svolta, come anticipato ieri, è arrivata dalla decisione dell’esecutivo regionale del Pdl di candidare Giulio Conti per il Consiglio regionale. Lunedì l’ex parlamentare darà la sua risposta che al 99,9% sarà un sì.
“La nostra lista resterà in ogni caso – ha sottolineato Conti – e se Pistarelli accetterrà le nostre proposte ci accorderemo dopo le sue ripetute manovre di avvicinamento. Senza di noi non avrebbe avuto possibilità di vittoria, così invece sarebbe tutta un’altra cosa anche perché a questo punto anche l’Udc aderirà a questo schieramento”.

conti-pierino1-300x250

Conti, la definisce una svolta politica: “Il nostro circolo Futuro Ideale è il più importante e numeroso della provincia e finora è stato tenuto poco in considerazione. In questi giorni abbiamo tenuto tre riunioni per valutare bene la situazione”.
Dunque la scelta è stata fatta, manca solo l’ufficialità. “Le scelte non devono essere personali ma condivise – ha aggiunto Conti -, l’unica scelta personale che ho fatto e portato avanti con decisione fu la candidatura di Pistarelli per il Consiglio regionale di dieci anni fa”.
Incoerenza? “Posso capire se qualcuno la pensi così ma di fronte a queste manovre di avvicinamento, alla candidatura alle regionali e a un  condizionamento psico-politico di essere responsabile della sconfitta del centro-destra qualcosa è cambiato. Ma in ogni caso sarà una battaglia durissima perché a  Macerata il centrosinistra è forte, ricordiamo anche che in città Silenzi ha raccolto più preferenze di Capponi alle scorse provinciali”.
Le proposte di Conti per il programma sono: “Lo sviluppo culturale della città che deve tornare ad essere l’Atene delle Marche, valutare la possibilità di una copertura mobile per lo Sferisterio, restituire il ruolo di capoluogo a Macerata, sostituire i consigli di Circoscrizione aboliti dalla precedente finanziaria con dei Comitati di circoscrizione, e soprattutto realizzare il parcheggio sotto Rampa Zara con attracchi meccanizzati per un collegamento rapido al centro storico”.
Pistarelli è pronto a stringere la mano.

salvatori-pistarelli-claudiani

***

Si allarga di giorno in giorno la coalizione che sosterrà Fabio Pistarelli alle prossime elezioni. Vinicio Morgoni, coordinatore provinciale dei Popolari Liberali, movimento fondato dal leader Giovanardi, precisa le posizioni del gruppo: “Saremo a fianco di Fabio Pistarelli nella corsa alle comunali, in Regione invece saremo rappresentati da Ottavio Brini. E’ importante che Regione, Provincia e Comune abbiano un buon rapporto che permetta azioni congiunte.” Sarà Uliano Salvatori il responsabile comunale del movimento: “Dopo aver contribuito all’elezione di Franco Capponi in Provincia – ersordisce – attraverso la coalizione con “Una forza per cambiare” voglio dare il mio contributo anche per il Comune. La necessità è quella di un cambiamento di ala della coalizione di governo, questo perchè chi governa dieci anni perde la sua spinta propulsiva e si appiattisce. Servono perciò un sindaco forte e una coalizione allargata. Mancano alcuni amici all’appello. Io invito Giorgio Ballesi a coalizzarsi perchè può ottenere buoni risultati, invito Anna Menghi e Vittorio Lanciani, nonostante il disaccordo che c’è stato in passato a guardare al futuro. La vera coerenza non è con se stessi ma con la città: dobbiamo metterci intorno ad un tavolo e accordarci per offrire un’alternativa al centro sinistra.” Molti sono i temi sui quali Salvatori si sofferma: dalla sicurezza alla manutenzione dei marciapiedi, dalla Quadrilatero all’intervalliva per concludere con il centro storico e lo smaltimento dei rifiuti: “In centro bisogna riportare i residenti e creare un centro commerciale che richiami gente, abbiamo visto che quando c’era l’Upim le cose erano diverse. Per i rifiuti dobiamo dotarci di strutture moderne e attrezzate come potrebbe essere un termovalorizzatore di terza dimensione.”

salvatori-pistarelli-claudiani1-300x196
Fabio Pistarelli non può che essere soddisfatto delle adesioni alla sua candidatura: “La lista del Pdl è in questo momento molto forte e avrà come punto di riferimento anche i Popolari. Insieme invertiremo la tendenza al declino”. Inizia poi con quello che lui stesso definisce il cahier de doleance ed elenca i problemi della città. “Siamo aperti alle migliori energie, esperienze e intelligenze, indipendentemente dal loro colore politico.”

(Foto di Guido Picchio)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =