Tacconi: “Il grande centro
a costo di rompere con l’Udc”

Il capogruppo in Consiglio comunale si separerà dal suo partito in caso di altre alleanze
- caricamento letture

Tacconi-Ivano

di Matteo Zallocco

A destra, al centro o a sinistra? L’Udc ancora non riesce a scegliere. Gli esponenti maceratesi si sono riuniti ieri sera. “Una riunione burocratica”, la definisce Ivano Tacconi (nella foto), capogruppo dell’Udc in consiglio comunale. “Abbiamo sistemato la lista – aggiunge – e io continuo a battermi per portare a termine il mio sogno, quello di formare il grande centro”.
Nell’agenda dell’Udc ora c’è in programma una riunione con il candidato sindaco del centrosinistra, Romano Carancini. Poi la squadra di Cotognini si incontrerà nuovamente con Fabio Pistarelli, candidato del centrodestra, dopo la riunione di lunedì sera. Carancini, per convincere l’Udc a far parte della sua coalizione dovrebbe compiere un miracolo visto che all’interno del partito di Casini ora ci sono due schieramenti: da una parte il segretario comunale Cotognini, Tartari e Monachesi spingono per l’alleanza con il centrodestra, dall’altra i consiglieri comunali Tacconi e Beccacece e il consigliere provinciale Pizzichini vogliono il grande centro. Ancora non si è esposto Antonio Pettinari, vicepresidente della provincia e segretario regionale dell’Udc.
A Macerata il peso di Tacconi è rilevante, così come queste sue dichiarazioni: “Per quanto mi riguarda o il grande centro o niente, a costo di rompere. Tante persone dell’Udc che non fanno parte del direttivo sono con me”. Insomma, Ivano Tacconi sarà comunque un alleato del grande centro, con o senza il suo partito. Anche se, ovviamente, spera che tutto l’Udc sia con lui. “Questa è un’occasione da non perdere per Macerata – rimarca – per contrapporsi ad un centrosinistra che ha fatto il bello e il cattivo tempo e ad un centrodestra inesistente in Consiglio comunale. La città ha bisogno di queste liste civiche che hanno grandi risorse con persone assolutamente qualificate. Mi riferisco a tutti, compresi i ragazzi di Maceratiamo, con cui condivido i programmi”.
In attesa della decisione dell’Udc, stasera le liste civiche si incontreranno di nuovo. “Bisogna decidere subito il candidato sindaco – dice Placido Munafò del Comitato Menghi – perché non possiamo stare al gioco di chi vuole sfruttarci per poi vendersi al Pdl. Il terzo polo deve essere il Comitato Anna Menghi perchè è la forza che ha un certo peso elettorale. E’ ovvio che cercheremo alleanze con le altre liste, tranne Maceratiamo che si è tirata fuori”. Ballesi, Conti, Lanciani e Mosca parteciperanno alla nuova riunione. Per ora, vista dal di fuori, il grande centro dovrebbe avere cinque o sei candidati sindaci…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =