Mosca: “Voglio portare
duemila persone allo stadio”

Il patron spera che nel 2010 si concretizzerà la fusione tra Maceratese e Vis Macerata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Mosca Maceratese

di Andrea Busiello

La Maceratese veleggia in condizioni difficili di classifica e questo è un dato di fatto. Dopo l’esonero di mister Porro la condizione di classifica non è migliorata e la preoccupazione, anche abbastanza concreta, dei supporters biancorossi è che la Maceratese debba guardarsi le spalle perchè la distanza dalla zona play out è tutt’altro che rassicurante. Facendo un pò il punto della situazione in casa biancorossa abbiamo ascoltato uno dei due patron, ovvero Maurizio Mosca (nella foto), che ha fatto un bilancio di questo 2009 e parlato di progetti futuri mettendo come punto cardine quello di costruire un’unica squadra cittadina.

Mosca, partiamo dalla sfida con il Piano San Lazzaro: giusto il pari?

“No, sono sincero. Loro si sono dimostrati più forti ed avrebbero meritato di vincere. Alla fine però per noi è un buon punto perchè ottenuto contro una grande squadra che fino alla fine farà parte delle primissime posizioni della classifica”.

Si è chiuso il 2009 calcisticamente parlando. Un bilancio secondo lei?

“Si è chiuso un anno senza infamia e senza lode. Quando sono partito con quest’avventura non nascondo che mi auspicavo di fare meglio ma i risultati parlano chiaro e dunque dobbiamo rinboccarci le maniche e far si che il 2010 sia un anno consono alle ambizioni della Maceratese”.

maceratese-piano san lazzaro

Cosa si aspetta invece dal 2010?

“Mi aspetto un pò di serenità visto che ultimamente non ne abbiamo molta. Sarebbe importante partire con qualche vittoria di seguito per far si che non si debba correre nessun rischio fino alla fine perchè sono realista: la classifica è quella che è e se non facciamo punti sin da subito ci metteremmo in condizioni di pericolo da soli”.

I progetti futuri di Maurizio Mosca per la Maceratese quali sono?

“Arrivare fino a giugno con tranquillità e poi instaurare un discorso serio affinchè si crei una sola squadra in città perchè ritengo assurdo che ci siano due squadre nel capoluogo. Ripeto: prima dobbiamo chiudere la stagione con tranquillità e poi il mio primo obiettivo è quello di creare un’unica squadra a Macerata”.

L’ultimo pensiero è rivolto verso i tifosi. Che messaggio cerca di inviare loro?

“Leggevo che a San Benedetto ieri erano in 2.200 a sostenere la squadra e mi auguro che quelle cifre riusciremo a raggiungerle anche noi al più presto. A Macerata c’è fame di calcio e mi auguro che la gente ci sia sempre vicina anche se il momento non è dei migliori ma sono convinto che per il futuro si possa costruire qualcosa di importante in questa città ed il ruolo dei tifosi è decisivo”.

maceratese-piano san lazzaro1



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X