Lube, campionato al via
Si riparte da Modena

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Omrcen

di Andrea Busiello

Ormai è tutto pronto. Nonostante le mille difficoltà burocratiche che hanno avvolto questo campionato ormai sembra fatta. Si parte. O meglio alcuni partono, perchè la gara di Pineto è stata già rimandata perchè a tutt’oggi ancora non si capisce se il campionato sarà a 14 o a 15 squadre. Roba da matti! Domani pomeriggio però, alle ore 18, la Lube riparte per una nuova stagione dove ci si augura sarà grande protagonista. La Lube (nella foto Igor Omrcen) inizierà il suo cammino in quel di Modena contro una squadra che porta con se blasone ed anche una discreta qualità, oltre che due ex che rispondono al nome di Angel Dennis e coach Silvano Prandi che vorranno fare certamente bella figura al loro esordio interno stagionale. Andiamo ad analizzare tecnicamente che tipo di match sarà chiamata ad affrontare la compagine cuciniera. La Trenkwalder Modena è sicuramente una squadra da prendere con le molle che ha cambiato molto in estate ma che ha costruito comunque un team capace di rendere la vita difficile a tutte le migliori, Lube compresa ovviamente. La diagonale palleggiatore-opposto sarà composta dalla coppia Esko-Dennis che è sicuramente tutta da scoprire perchè se il finlandese ha dimostrato nel corso dei suoi ultimi anni in Italia di essere un palleggiatore molto affidabile (è anche titolare nella sua nazionale) il ruolo di Dennis come schiacciatore opposto risulta nuovo, o quanto meno ex novo. Dunque sarà importante capire innanzitutto la valenza di questa coppia, che però non deve spaventare più di tanto i corazzieri biancorossi. I due schiacciatori di banda saranno Meszaros e uno tra Casoli e Diaz. Il martello ungherese è di ritorno in Italia dopo una stagione in Russia e sembra essere tanto forte in attacco quanto incerto in ricezione. Molto affidabili invece i due centrali, che sono Kooistra e Piscopo (ex Trento) ed il libero che risponde al nome del nazionale Loris Manià. Sarà importante per la Lube tenere a bada le bordate che serviranno i vari Meszaros, Kooistra e Dennis molto abili nel fondamentale della battuta. Come può vincere la gara la formazione di Fefè De Giorgi? Innanzitutto giocando sui suoi livelli e senza cali di concentrazione e poi cercando di mantenere una ricezione più che positiva per far si che Vermiglio possa giostrare a suo piacimento con gli attaccanti a sua disposizione. Macerata nel tempio del volley, il Palapanini di Modena, risponderà verosimilmente con la formazione titolare: ovvero con Valerio Vermiglio in cabina di regia, Igor Omrcen in diagonale, Cisolla e Martino i due martelli ricevitori con Podrascanin e Lebl al centro. Mirko Corsano nel ruolo di libero ed i vari Monopoli, Bartoletti, Raymaekers e Paparoni pronti ad essere utilizzati in caso di bisogno. Da ricordare come deve stare fuori fino alla quarta di campionato lo schiacciatore brasiliano Dentinho, ultimo arrivo in casa biancorossa. Dopo la Supercoppa persa per un soffio la Lube è ora pronta per questa prima sfida, da vincere per partire con il piede giusto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X