Recanatese ad un bivio
Arriva mister Sabbatini?

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Mister Sabbatini

di Andrea Busiello

Una cosa è certa: dell’ecatombe che ha colpito le marchigiane in serie D la Recanatese si è salvata. Una stagione che si è chiusa comunque con un saldo decisamente positivo e che ha permesso alla truppa giallorossa di mettere le basi per il futuro. Innanzitutto si è chiuso un capitolo di una storia affascinante, ovvero quella che ha portato il presidente Paolo Bravi alla scalata dalla Promozione alla serie D. Con la stagione appena chiusa si volta pagina in seno alla presidenza con la consapevolezza che il lavoro svolto da Bravi è stato decisamente di spessore. Che Recanatese sarà quella che prenderà parte al prossimo campionato di serie D? Difficile dirlo con certezza al momento dato che non c’è ancora nemmeno il nome del nuovo presidente, che comunque arriverà presto. Allo stato attuale delle cose la dirigenza giallorossa sa bene cosa vuole fare: un campionato di alta classifica. Questo è poco ma è sicuro. Ed allora da ciò cominciano a muoversi le prime pedine. Innanzitutto il toto allenatore. Mobili a Recanati non ha fatto bene nel corso del suo mandato, qualcosa di più. Oseremo dire benissimo ed è particolarmente stimato dalla stragrande maggioranza degli addetti ai lavori. Ma in seno ad alcuni dirigenti del direttivo leopardiano c’è la ferma volontà di voler cambiare cercando di mettere sulla panca giallorossa un timoniere bravo, esperto e che possa essere fondamentale verso una stagione di livello. Il nome che la Recanatese ha puntato è quello di Sandro Sabbatini (nella foto), allenatore che ha bisogno di poche presentazioni con una carriera di spessore alle sue spalle. Cingolana, Fortitudo Fabriano, Acqualagna (all’epoca dell’Eccellenza) sono le sue ultime esperienze e di certo in molti a Recanati farebbero carte false per volerlo ma la verità è che una parte sontuosa della dirigenza vuole fortemente ripartire da mister Mobili, che come detto, ha indubbiamente fatto molto bene in questi anni di mandato. Forse in merito ci saranno novità quando verrà ufficializzato il nome del nuovo presidente che a questo punto dovrebbe prendere la palla in mano e decidere a chi affidare la squadra. Ecco passiamo proprio al gruppo della prossima stagione. Come affermato in precedenza di sicuro si cercherà di costruire un’ottima Recanatese che possa ambire ad un campionato di vertice. L’intenzione della società è quella di ripartire dall’ossatura difensiva di questa stagione con Salvatelli, Siroti, Fermani e Iommi che saranno i primi ad essere riconfermati. La speranza dei leopardiani è che anche l’ottimo Luca Patrizi possa rimanere nel gruppo ma qui il discorso è diverso perchè l’atleta ha l’ultima chance, forse, di fare il salto di qualità. E’ fuori discussione che l’ottimo difensore è reduce da una serie di stagioni che lo hanno portato alla ribalta nazionale e dunque l’ipotesi di approdare tra i professionisti è tutt’altro che da scartare. Anche qui però i prossimi giorni saranno fondamentali per capire se le voci che lo accostano a squadre di Lega Pro siano veritiere o solo sondaggistiche. Altri punti cardine dai quali ripartire saranno rispettivamente per il ruolo del centrocampo Puglia e per l’attacco con quell’Ugo Pica che ha disputato una stagione davvero sopra le righe. Dunque siamo ancora a metà di giugno ma il bollore estivo non mette timore alla società leopardiana che da qui a pochi giorni comunicherà il nome ufficiale del nuovo tecnico. Si riparte da Mobili o arriva Sabbatini? Il tempo darà la risposta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X