Lube-Fenerbache 3-0,
quarti di Champions vicini

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

lube-fenerbache

di Andrea Busiello

Vittoria per 3-0 doveva essere e vittoria per 3-0 è stata quella della Lube contro i turchi del Fenerbache (25-22, 25-23, 25-21) che a dire il vero però hanno fatto sudare le proverbiali sette camice alla compagine di casa che con un gioco attento e mai esplosivo mette in questo modo una seria ipoteca sul passaggio ai quarti di finale. A Istanbul infatti nella gara di ritorno in programma mercoledì 18 alle ore 18 basterà vincere solo un set. Andando alla cronaca la sorpresa  nei due starting six è la presenza di Saraceni in luogo di Martino nella Lube, mentre tra i turchi sestetto base con Grbic e Coskovic in banda, Hamaz e Ulusoy al centro con Billings in diagonale con il palleggiatore Eksi. L’inizio di primo set è tutto di marca biancorossa che senza strafare domina la prima parte di incontro sfruttando al meglio le notevoli negligenze dei turchi in ricezione e cosi al primo time out tecnico il punteggio è di 8-2 per la Lube. Vladimir Grbic da posto 4 e l’errore di Saraceni portano il Fenerbache sul -3 (9-6) ma la formazione di Fefè De Giorgi tiene bene il campo e così l’attacco vincente di Swiderski vale il 14-10 prima di allungare sul +5 (17-12) grazie al primo tempo di Lebl. I turchi, seppur dando l’anima, non possono nulla contro una Lube poco più che sufficiente e così la chiusura del set passa dapprima per il pallone vincente di Omrcen che firma il 22-18 e poi per l’attacco a segno di Saraceni che chiude il set 25-22. Nel secondo set Fenerbache che parte bene grazie ad una buona ricezione e cosi Ulusoy firma il 6-4 ospite prima di andare al time out tecnico sull’8-6 grazie al mani out di Billings. Il sorpasso lo firma Omrcen sul 10-9 a conclusione di un’azione prolungata ma la Lube soffre e così De Giorgi è costretto a chiamare il time out sul 10-12 per gli ospiti. Il set procede punto a punto e la Lube soffre ma Omrcen firma il nuovo vantaggio sul 15-14 prima di cedere sotto le buone giocate dell’interessante palleggiatore Eksi che riporta il Fenerbache avanti di un punto (16-15). Il muro di Omrcen consente alla Lube di tornare avanti seppur con tanta fatica e Swiderski conferma il vantaggio minimo sul 20-19. Il finale di set è punto a punto ma alla fine a prevalere è la Lube con il muro di Rodrigao che chiude 25-23. 2-0 sofferto per la Lube. Anche l’inizio di terzo set è come quello che l’ha preceduto e così la Lube fatica e Omrcen sbaglia la palla del pari consentendo ai turchi di rimanere avanti grazie all’attacco di Billings che firma l’8-7 prima che il lungo linea di Swiderski riporta la Lube avanti 10-9 e permette ai biancorossi di arrivare fino a fine set in carrozza, approfittando del calo dei turchi, e così si materializza il 25-21 finale grazie al muro di Podrascanin. Un 3-0 pesante che consente dunque alla Lube di avere più di un piede nei quarti di finale e di affrontare la gara di ritorno con maggiore serenità.

LE PAGELLE.
LEBL: 6 Si limita allo stretto necessario con qualche leggerezza di troppo. Stasera se lo poteva concedere ma Fefè lo richiama subito in panca per un prontissimo Podrascanin.
VERMIGLIO: 7 Regia sublime come sempre. Nei momenti in cui la Lube si smarrisce è sempre lui a dare la carica. Encomiabile.
BARTOLETTI: sv.
SARACENI: 5.5 Il peggiore dei suoi sia in attacco (38%) che in ricezione (56% di positiva). Occasione sprecata per dimostrare il proprio valore.
CORSANO: 7 Lui c’è sempre. Solito lavoro oscuro con il conforto delle statistiche che lo vedono con un ottimo 85% in ricezione positiva. Una garanzia.
RODRIGAO: 6.5 Lo abbiamo visto fare di meglio ma comunque la sua presenza, soprattutto a muro, è asfissiante e non lascia scampo ai turchi.
OMRCEN: 7.5 Si dimostra come spesso e volentieri capita il migliore dei suoi che in tutti i momenti chiave è sempre pronto a dare la stoccata. Best scorer del match con 19 punti.
SWIDERSKI: 6.5 Nel complesso buona prestazione suggellata da discrete percentuali in attacco e soddisfacente apporto in ricezione (62% di positiva).
PODRASCANIN: 7 Imperioso. Chiamato in causa in luogo di uno spento Lebl risponde alla grande come sempre oserei dire e chiude con due muri in poco più di un set giocato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X