Ginnaste recanatesi
sfrattate dalla palestra

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

foto_body_italia_002

Già da tempo l’Artistica Recanati si era fatta promotrice, presso le realtà sportive minori recanatesi, che vedono minacciata la prosecuzione o la crescita della propria attività sportiva per la mancanza di apposite strutture pubbliche, della creazione di una polisportiva, dove trovassero spazio tutte le Associazioni e il Comune, per la gestione e l’utilizzo congiunto di una struttura sportiva polivalente da creare nel nostro territorio. Tale proposta è già stata condivisa, tra le altre, dalle realtà sportive del judo, della scherma, dell’aikido, del pattinaggio e dalle bocce nella riunione del 28 novembre presso il salone del popolo.
Mentre l’Associazione era impegnata a promuovere verso l’Amministrazione Comunale, tutte le forze politiche e le associative recanatesi, la proposta di creazione di un polo sportivo polivalente che ospitasse tutti gli sport minori, ed al proprio interno a preparare il consueto saggio di Natale, ha ricevuto la visita dell’Ufficiale Giudiziario, che ha apposto i sigilli alla palestra in C.da Chiarino. La palestra è tornata nella piena disponibilità del privato proprietario attraverso l’azione di sfratto che ha obbligato l’affittuario principale, a cui l’Associazione era legata da un regolare contratto di subaffitto, a lasciare libero l’immobile entro il 12 dicembre; nulla sono valse le opposizioni che i legali dell’Associazione hanno presentato al fine di ottenere almeno una sospensione dello sfratto, dimostrando il completo adempimento degli obblighi contrattuali da parte della Ginnastica Artistica e di fatto, a soli dieci giorni dalla notifica, lo sfratto è stato eseguito, impedendo così la prosecuzione dell’attività sportiva e ponendo sotto custodia del proprietario tutta l’attrezzatura sportiva presente all’interno e di proprietà dell’Associazione.
Nello sconcerto più totale, che tutta l’attività di 17 anni di associazione, i grandi risultati ottenuti a livello federale in campo nazionale ed internazionale dai giovanissimi dell’artistica tutta l’attività di base, i corsi per i piccolissimi, la ginnastica per la terza età, la danza, i campi estivi, gli stages di formazione fossero nel giro di pochi giorni completamente annullati da circostanze esterne, che venerdì 18 dicembre, grazie alla collaborazione di tanti papà e mamma, tutta l’attrezzatura è stata recuperata e depositata provvisoriamente presso un capannone fino a nuova destinazione. La situazione di emergenza è stata affrontata con estrema tempestività e tutti i corsi di Chiarino sono stati dirottati presso la Palestra della Scuola Elementare di Via Politi a Recanati, pur convenendo che presso la palestra di Chiarino confluivano realtà provenienti dai Comuni limitrofi oltreché da Recanati.
Danneggiata in misura pesante l’attività degli agonisti che nell’immediato non hanno più un luogo dove allenarsi e saranno perciò costretti ad emigrare presso altre palestre di ginnastica di Macerata o di Ancona. Nel frattempo l’associazione ha individuato un locale che potrebbe rimediare allo strappo, potendo anche ospitare diverse realtà sportive tra esse compatibili, ma sarà necessario il sostegno e la guida dell’Amministrazione Comunale, nell’anticipare nei termini quella proposta di condivisione di spazi sportivi comuni, così necessaria nella nostra città. Le farfalle recanatesi, tra le altre, vogliono tornare presto a volare!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X