Covid, al via dopo tre anni
i lavori al Pronto soccorso

CIVITANOVA - L'Ast fa sapere che l'intervento di riqualificazione dell’impianto di ventilazione è iniziato lunedì: «Sono stati organizzati percorsi e spazi per garantire l’attività di emergenza, e gli operatori sanitari cercheranno di limitare al massimo i disagi per l’utenza». L'operazione nasce da una delibera della giunta regionale del 2020

- caricamento letture
pronto-soccorso-ospedale-civitanova-FDM-2-325x231

L’ingresso del pronto soccorso di Civitanova

Iniziati al pronto soccorso di Civitanova i lavori per  «emergenza Covid». A renderlo noto è l’Ast. «Avvisiamo i cittadini che dal 6 novembre – spiega l’Azienda sanitaria territoriale – sono iniziati i lavori di adeguamento in quattro locali del pronto soccorso per la riqualificazione dell’impianto di ventilazione, in modo da renderlo idoneo all’isolamento di malattie infettive e diffusive. Sono stati organizzati percorsi e spazi per garantire l’attività di emergenza, e gli operatori sanitari cercheranno di limitare al massimo i disagi per l’utenza».

I lavori vengono realizzati «in attuazione a quanto disposto dal decreto legge 34/20 e dalla Regione – continua l’Ast – nel Piano di potenziamento della rete ospedaliera per emergenza Covid -19, la durata tecnica prevista è di 90 giorni».

La determina di autorizzazione per l’appalto dei lavori era stata firmata proprio nel giorno, il 5 magggio, in cui l’Organizzazione mondiale della sanità aveva dichiarato finita l’emergenza Covid. Si tratta di un appalto da 366mila euro. Un’operazione nata con la delibera assunta nel giugno del 2020 dall’allora giunta regionale a guida Ceriscioli, poi portata avanti con varie determine. E così lunedì a tre anni e mezzo di distanza sono iniziati i lavori.

 

Covid, lavori per il Pronto soccorso: l’appalto si sblocca dopo tre anni nel giorno in cui finisce l’emergenza



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X