Borghi a rischio abbandono,
2 milioni per tre comuni.
Cna in sostegno delle imprese

LORO PICENO - Incontro per parlare di procedure e pratiche per ottenere i finanziamenti che riguardano anche Ripe San Ginesio e Colmurano. Il direttore, Massimiliano Moriconi: «Ci siamo resi disponibili per aiutare le imprese del territorio ad intercettare queste risorse»

- caricamento letture

foto-2-sindaco-direttore-esperti-650x488

L’incontro a Loro Piceno

Bando Borghi, Cna in aiuto alle imprese. Un anno fa era stato pubblicato il bando Pnrr, a regia del ministero della Cultura nell’ambito del programma europeo Next Generation, denominato “Attrattività dei borghi” che mirava a finanziare progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio di abbandono.

A conclusione del complesso iter di valutazione delle manifestazioni di interesse e poi dei progetti, la piccola rete composta da tre comuni maceratesi, Ripe San Ginesio, Loro Piceno e Colmurano, si è aggiudicata il finanziamento ministeriale di oltre 2 milioni di euro.

foto-1-incontro-Loro-Piceno-15_7_231-650x417Nel fine settimana appena trascorso, il sindaco di Loro Piceno Robertino Paoloni ha prontamente invitato la cittadinanza e le imprese a conoscere le opportunità offerte dalle risorse ministeriali disponibili: «A seguito del finanziamento del progetto “Qui val di Fiastra”, il ministero mette a disposizione delle imprese che intendono investire nei nostri territori un ulteriore milione e centomila euro. Dopo un primo ciclo di incontri informativi – prosegue il primo cittadino – sono arrivate richieste di ulteriori chiarimenti. Ci siamo adoperati quindi per organizzare un incontro specifico per le attività del nostro comune, finalizzato ad approfondire i punti di forza, le procedure e i criteri di valutazione per ottenere i finanziamenti». La Cna Macerata, insieme con gli esperti del confidi regionale Uni.Co., è quindi intervenuta nel corso dell’incontro mettendo a disposizione le proprie professionalità. «Un nuovo bando – spiega il direttore Cna Macerata Massimiliano Moriconi – assegna fondi per un milione e centomila euro a sostegno delle micro, piccole e medie imprese del territorio. L’obiettivo della gara è di promuovere in modo innovativo la rigenerazione dei Comuni assegnatari delle risorse per migliorarne l’attrattività».

I progetti dei privati dovranno quindi avere come finalità quella di favorire la rigenerazione in campo culturale, sociale ed economico: «Stiamo parlando di piccoli comuni caratterizzati da un indice di spopolamento progressivo e rilevante – prosegue Moriconi – ma con ancora molte realtà imprenditoriali presenti. Vorremmo, in prima battuta, che siano queste le imprese protagoniste nell’ambizioso progetto e ci siamo resi disponibili per aiutarle ad intercettare queste risorse riservate al loro territorio. Non sempre i bravi artigiani sono altrettanto competenti nelle complesse procedure previste dai bandi e troppo spesso restano escluse dalle agevolazioni pubbliche. Insieme con Uni.Co. possiamo offrire un servizio che accompagna l’imprenditore dalla presentazione della domanda fino alla liquidazione del contributo e alla rendicontazione. La nostra – conclude il direttore – è una associazione territoriale con migliaia di iscritti in tutta la provincia di Macerata ed è quindi la nostra mission quella di valorizzare le realtà economiche di questo territorio».

Le imprese interessate possono richiedere maggiori informazioni telefonando alla Cna di Macerata o possono scrivere una mail all’indirizzo comunicazione@mc.cna.it per essere ricontattati dagli esperti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X