“Immaginare prima”,
Dante Ferretti si racconta
La sua Macerata è protagonista

IL LIBRO - La prima biografia dello scenografo tre volte premio Oscar scritta insieme a David Miliozzi
- caricamento letture
dante-ferretti-david-miliozzi

Dante Ferretti e David Miliozzi

“Immaginare Prima” è la storia di un bambino che sogna il cinema, e dalla provincia (Macerata) parte per Roma, diventando uno dei simboli di Cinecittà, e uno dei geni italiani più amati di Hollywood. La prima biografia di Dante Ferretti, un libro intimo, divertente e commovente allo stesso tempo, in cui lo scenografo tre volte premio Oscar ricorda la sua infanzia e la sua adolescenza maceratese, dai bombardamenti della seconda guerra mondiale al boom economico, fino ai giorni nostri.

FERRETTI-LIBROCome per magia Macerata diventa la protagonista di una storia incredibile, che ispira alcune scene di grandi capolavori della storia del cinema mondiale, da La città delle donne di Federico Fellini, di cui alcuni bozzetti ricordano l’antico bordello di vicolo Marefoschi, fino alla torre di piazza e le scenografie di Hugo Cabret di Martin Scorsese.

“Immaginare Prima”, edito Jimenez, è il frutto di cinque anni di lavoro e di incontri tra il premio Oscar marchigiano e lo scrittore e sceneggiatore maceratese David Miliozzi. Il libro si divide in due parti: la prima firmata dallo stesso Ferretti, che ricorda gli anni della sua formazione, la scuola, le amicizie, i sogni, un racconto sospeso tra Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore e Amarcord di Federico Fellini. Nella seconda parte, curata da Miliozzi, viene approfondita la strepitosa carriera del premio Oscar maceratese, gli aneddoti e il rapporto con i registi, da Pierpaolo Pasolini a Martin Scorsese, da Federico Fellini a Terry Gilliam, fino a Liliana Cavani, Franco Zeffirelli, Julie Taymor, Tim Burton, Brian De Palma, Anthony Minghella, Kenneth Branagh e tanti altri.

hugo-cabret

L’orologio di Hugo Cabret

Come racconta lui stesso, Dante Ferretti, arrivato alla soglia degli ottant’anni, è nato “due volte” a Macerata: la prima il 26 febbraio 1943, la seconda quando la casa di famiglia fu demolita da un bombardamento e lui miracolosamente estratto vivo dalle macerie.

La prima mostra dedicata a Dante Ferretti «Non è neanche l’antipasto della mia futura collaborazione con Macerata»

Dante Ferretti torna a Macerata, il museo resta nel “cassetto” (Foto)

Dante Ferretti torna nella sua Macerata «Mi sembra una città abbandonata» Tour nei palazzi gioiello (FOTO)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X