Schianto fra due auto,
marito e moglie in ospedale
«Potevamo morire»

CASTELRAIMONDO - La donna coinvolta nell'incidente ha voluto rendere la sua testimonianza per richiamare alla prudenza ed al rispetto del codice della strada
- caricamento letture

ambulanza_118_archivio_arkiv-14-325x183

di Monia Orazi

Ha ancora la paura negli occhi la 40enne di Castelraimondo rimasta coinvolta in un incidente stradale insieme al marito, venerdì sera alle venti, in un momento in cui il traffico tra Matelica e Castelraimondo era particolarmente intenso. La loro auto che si trovava lungo la provinciale che da Matelica conduce a Castelraimondo, in località Canevina, stava svoltando a sinistra per andare dai parenti, quando un’altra auto che era intenta a sorpassare l’ha urtata violentemente.

Il bilancio per i due coniugi, che dovranno trascorrere il Ferragosto a riposo forzato, è di diverse escoriazioni e ferite, ma soprattutto tantissimo spavento. La donna che vive in una soluzione abitativa di emergenza a Castelraimondo ha voluto rendere la sua testimonianza, per richiamare alla prudenza ed al rispetto del codice della strada quando si guida.

ospedale-camerino-5-325x244

L’ospedale di Camerino

«Il mio incidente poteva avere conseguenze ben peggiori, sarebbe potuto essere mortale – racconta – per fortuna posso raccontare come è andata. Erano circa le venti di venerdì scorso io e mio marito a bordo della nostra auto stavamo procedendo in direzione Castelraimondo provenienti da Matelica, lungo un rettilineo poco prima del centro abitato di Castelraimondo, dove c’è la linea continua e non si può sorpassare. Ad un certo punto, mentre stavamo girando a sinistra per immettersi lungo la via laterale che conduce a casa di mia suocera abbiamo messo la freccia, un’auto piena di persone ha iniziato un sorpasso lungo il rettilineo, e mentre giravamo ci è venuta addosso. Siamo andati a finire contro il greppo che costeggia la carreggiata, lungo la piccola via che conduce da mia suocera.

Io e mio marito abbiamo riportato diverse ferite, io una ferita alla testa che ha richiesto cinque punti di sutura e dolori in varie parti del corpo, alla cervicale, alla schiena, alle spalle. Mio marito ha tuttora dolori e contratture». In quel momento la strada era molto transitata e subito gli automobilisti di passaggio hanno dato l’allarme, sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Camerino, i vigili del fuoco ed il 118 che ha condotto i feriti all’ospedale di Camerino. L’urto tra le vetture è stato molto violento, le due auto hanno riportato danni ingenti. «La strada a quell’ora era molto trafficata, in tanti stavano rientrando per cena. Vedendo l’incidente si sono fermati dei miei parenti e un altro signore che ha visto l’accaduto. Potevamo farci molto male, quando c’è la linea continua non si può sorpassare. Ho voluto raccontare quanto mi è accaduto per sottolineare l’importanza di essere prudenti alla guida e di rispettare le regole del codice della strada, per evitare incidenti che possono avere conseguenze anche mortali», conclude la 40enne. Ora i due coniugi osserveranno un periodo di riposo, i carabinieri stanno ricostruendo l’esatta dinamica dell’incidente, al fine di attribuire eventuali responsabilità per violazioni delle norme del codice della strada.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X