Estate in quartiere,
quasi 200 bimbi e bimbe
ai centri estivi comunali

MACERATA - Si sono sviluppati in sette zone della città, Santa Croce, Collevario, Pace, Villa Potenza, Le Vergini, Sforzacosta e Piediripa. La vice sindaca Francesca D'Alessandro: «Un momento di crescita per i ragazzi e le famiglie hanno potuto contare su un sostegno concreto»
- caricamento letture
estateinquartiere2-650x488

La festa finale per i partecipanti

Sono stati 189 i bambini e le bambine (lo scorso anno erano 130) che hanno preso parte al centro estivo “Estate in quartiere 7×7”, completamente gratuito, che è stato avviato lo scorso 13 giugno e si è concluso il 30 luglio con la festa finale e la consegna dei gadget. Protagonisti bambini e bambine dai 6 ai 14 anni che hanno partecipato ai laboratori gratuiti che si sono sviluppati in sette zone della città: Santa Croce, Collevario, Pace, Villa Potenza, Le Vergini, Sforzacosta e Piediripa.

estateinquartiere3-325x207

L’intervento della vice sindaca Francesca D’Alessandro

«Estate in quartiere 7×7, in questa seconda edizione, ha coinvolto 60 bambini e ragazzi in più rispetto allo scorso anno e questo a testimonianza della validità e della qualità del progetto – ha detto la vice sindaca e assessora alle Politiche Sociali Francesca D’Alessandro -. I partecipanti hanno potuto contare su un team di educatori, professionisti, volontari del Sevizio Civile Nazionale e assistenti all’autonomia dei bambini diversamente abili. Abbiamo inoltre voluto assicurare un servizio di affiancamento ai ragazzi disabili nell’ottica di una sempre più fattiva inclusione e dunque il Comune ha provveduto ad assistere anche le famiglie di minori con disabilità che hanno frequentato gli altri centri estivi della città. Grazie a Estate in quartiere 7×7 i ragazzi hanno potuto assaporare un vero e concreto momento di crescita relazione e di consolidamento dei rapporti, soprattutto dopo il periodo dell’emergenza pandemica e, al contempo, le famiglie hanno potuto contare su un sostegno concreto anche sotto il profilo economico vista la gratuità del progetto».
estateinquartiereGarantire spazi ludici e aggregativi per bambini e ragazzi all’aria aperta, dislocati capillarmente per la città e nei quartieri periferici, in piena sicurezza, per dare una risposta positiva, funzionale e inclusiva alla condizione di isolamento relazionale che i bambini e le famiglie hanno vissuto a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria. Creare ambienti sempre più accoglienti e stimolanti per la crescita dei minori e andare incontro alle famiglie anche a livello economico offrendo loro attività completamente gratuite. Sono stati questi gli obiettivi alla base del progetto “Estate in quartiere 7×7”.
Rispetto allo scorso anno inoltre, questa seconda edizione del progetto ha visto un ampliamento orario nella fascia pomeridiana (16-18) per andare incontro alle esigenze lavorative delle famiglie a vantaggio delle attività ludico, sportive e ricreative. Novità di quest’anno anche la presenza di un gruppo “tutor” composto da adolescenti che hanno contribuito all’organizzazione dei centri estivi anche nell’ottica di una maggiore responsabilizzazione personale.

Il progetto, promosso dal Comune, è stato possibile grazie al supporto della cooperativa social Il Faro – capofila del progetto G.O.A.L.S. -, il Dipartimento Dipendenze Patologiche Asur Area Vasta 3, la Diocesi di Macerata, la parrocchia del Santissimo Sacramento e gli istituti scolastici Enrico Fermi e Vincenzo Monti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =