Erap Marche, Superbonus 110%:
interventi in 713 abitazioni nel Maceratese

CASE - Si parte dalla costa con Civitanova, Porto Recanati, Potenza Picena, Montecosaro e Recanati, fino a raggiungere le colline all’alto maceratese con Cingoli, Treia, San Severino e Matelica
- caricamento letture

1-30-400x237

Saturnino Di Ruscio

 

Il Consiglio di Amministrazione dell’Erap Marche procede spedito sul fronte Superbonus 110%: nei giorni scorsi sono stati approvati altri tre lotti per interventi di efficientamento energetico di alloggi popolari delle province di Macerata e Fermo.

Nel Maceratese: si parte dalla costa con Civitanova, Porto Recanati, Potenza Picena, Montecosaro e Recanati, fino a raggiungere le colline all’alto maceratese con Cingoli, Treia, San Severino  e Matelica, per un totale complessivo di 713 unità abitative che vedranno ridotto il rischio sismico, sostituiti i serramenti e le pompe di calore, per una riqualificazione energetica complessiva. 

Per la provincia fermana questa è la volta dei Comuni del distretto calzaturiero: 216 alloggi ubicati a Montegranaro, Monte Urano, Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare saranno oggetto di un intervento di miglioramento energetico che, a conclusione, consentirà il miglioramento di almeno due classi energetiche.

Con il quinto Consiglio di Amministrazione, salgono a 19 le proposte di partenariato pubblico-privato approvate dall’Erap Marche per un ammontare di circa € 500 milioni di lavori. «Si tratta – dichiara il Presidente Di Ruscio – di una delle opportunità più importati sul fronte degli interventi edilizi regionali e l’Erap Marche sta lavorando a pieno ritmo per raggiungere gli obiettivi fissati. Serrato anche il cronoprogramma dei lavori le cui stime prevedono l’apertura dei cantieri all’inizio del prossimo autunno e la conclusione entro la fine del 2023».

«Un intervento massivo di restyling di gran parte del patrimonio delle residenze pubbliche con l’obiettivo di produrre più energia consumando meno. Interi quartieri nei prossimi mesi saranno rinnovati e migliorati energeticamente, con benefici per l’intera comunità e sui consumi dei singoli assegnatari che non riescono a far fronte neppure alle spese di riscaldamento – seguita Di Ruscio -. Un’attenzione ai soggetti più bisognosi ed ai margini della società, fragilità che da sempre contraddistinguono gli utenti delle case popolari, cui fa sponda il progetto interregionale S.O.L.E.I.L. a cui l’Erap Marche ha aderito, su proposta della Cooperativa On The Road».

«L’intento del progetto denominato S.O.L.E.I.L. – Servizi di Orientamento al Lavoro ed Empowerment Interregionale Legale – è quello di avviare un’azione sinergica e complementare rispetto a quanto finora attuato, per contrastare il fenomeno dell’emarginazione favorendo al contempo l’integrazione sociale, sanitaria, abitativa e lavorativa dei cittadini regolarmente soggiornanti sul territorio regionale. L’obiettivo dell’Erap Marche è quello di porsi come attore nel grande progetto di inclusione sociale, sia ponendo in essere interventi di riqualificazione delle case popolari le cui condizioni di degrado strutturale incrementano il disagio sociale e riducono al minimo ogni  possibilità di inclusione di chi vive in questi alloggi, sia di fornire servizi aggiuntivi connessi con le abitazioni e i loro abitanti per favorire il processo di inclusione sociale».

«La necessità di fornire risposte adeguate al crescente fabbisogno abitativo, prevenendo altresì fenomeni di occupazioni illegali degli alloggi sfitti, rende necessaria una stretta collaborazione dell’Ente anche con i Comuni dell’intero territorio regionale – conclude Di Ruscio -. Se da un lato, l’Erap Marche sta spingendo l’acceleratore sulla riqualificazione e sulla ristrutturazione del patrimonio edilizio, anche quello danneggiato dal Sisma come nel caso del Comune di Tolentino dove si è dato il via libera alla sottoscrizione dell’atto d’obbligo per l’intervento di ricostruzione in Viale Vittorio Veneto, dall’altro i Comuni sono chiamati ad accelerare sugli iter di competenza. La normativa di settore, infatti, pone a carico delle Amministrazioni la responsabilità dell’approvazione delle graduatorie e la successiva assegnazione degli alloggi di erp ed è per questo che la Presidenza dell’Erap Marche si farà promotrice di un’azione finalizzata al maggiore coinvolgimento e sollecitazione dei Comuni nel porre in essere tutte le azioni necessarie per far sì che il sogno di un alloggio popolare diventi presto realtà per tante famiglie marchigiane».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =