Col fucile minaccia clienti di un bar:
maestra patteggia 10 mesi

MONTECASSIANO - Oggi si è svolta l'udienza davanti al gup del tribunale di Macerata. La difesa della 47enne e l'accusa hanno trovato un accordo sulla pena. Imputata per detenzione illegale dell'arma anche la madre della donna, che è stata rinviata a giudizio
- caricamento letture
sandro-pugliese

L’avvocato Sandro Pugliese

 

di Gianluca Ginella

Va al bar imbracciando un fucile e minaccia i clienti verso cui punta l’arma premendo il grilletto (senza esplodere colpi): sotto accusa per minacce una maestra di 47 anni, Marina Marinsalta, che oggi ha patteggiato 10 mesi, pena sospesa. I reati che le venivano contestati al gup del tribunale di Macerata sono minacce e la detenzione del fucile, una antica doppietta.

Imputata anche la madre della donna, solo per il reato di detenzione dell’arma (è stata rinviata a giudizio e il processo si aprirà il 17 ottobre 2023).

I fatti risalgono al 3 settembre dello scorso anno. Era circa l’una di notte quando la donna si trovava su di una panchina vicino ad un bar, l’History Caffè, di Montecassiano. La madre, che vive con la figlia a una ventina di metri dal locale, aveva iniziato a chiamare la donna chiedendole di rincasare. Lei era invece andata nel bar per chiedere da bere ma le era stato negato. A quel punto era andata a casa, dice l’accusa, sostenuta dal pm Stefania Ciccioli, e nel garage aveva preso una vecchia doppietta. Poi con il fucile era tornata al bar e l’aveva puntato verso titolare e clienti. Poi, prosegue l’accusa, aveva premuto il grilletto facendo scattare il cane dell’arma (i testimoni hanno riferito ai carabinieri di aver sentito il rumore del cane che si abbassa per 15, 20 volte). I clienti, spaventati, erano fuggiti. Marinsalta non aveva esploso colpi e l’arma, anche se fosse stata carica, non sarebbe stata in grado di sparare. Sul posto erano arrivati i carabinieri che avevano sentito i testimoni e ricostruito l’accaduto. La donna era stata denunciata. Oggi si è svolta l’udienza davanti al gup Claudio Bonifazi. La donna, assistita dall’avvocato Sandro Pugliese, ha patteggiato 10 mesi, pena sospesa. Imputata per la detenzione illegale della doppietta anche la madre di Marinsalta, 79enne, che è stata rinviata a giudizio.

Minaccia i clienti di un bar col fucile, denunciata ex maestra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =