Civitanova omaggia Tosino Torresi
«Imprenditore illuminato»

L'AMMINISTRAZIONE ha deciso di intitolare all'industriale calzaturiero il piazzale antistante la scuola di via Ugo Bassi. La cerimonia giovedì alle 18
- caricamento letture
primaria-via-ugo-bassi-e1652198778440-325x168

La primaria di via Ugo Bassi

 

L’Amministrazione comunale di Civitanova ha deciso di intitolare il piazzale antistante la scuola primaria di via Ugo Bassi, all’imprenditore civitanovese Tosino Torresi. «Simbolo – spiega l’amministrazione – dell’imprenditorialità civitanovese e marchigiana, e che proprio in quel luogo fra gli anni ’60/70 aveva insediato il suo primo laboratorio produttivo nel settore della calzatura». 

La cerimonia di intitolazione con scoprimento della targa si svolgerà alle 18 di giovedì nella piazza antistante la scuola primaria. Sono previsti gli interventi del sindaco Fabrizio Ciarapica, del cardinale Edoardo Menichelli, del professore e giornalista Ennio Ercoli, di Giuseppe Tarabelli cofondatore insieme a Torresi dell’azienda Oms di Morrovalle. Infine, i saluti saranno affidati alla figlia dell’imprenditore Emanuela Torresi.

«Il noto e amato imprenditore, classe 1926, di umili origini – continua l’amministrazione – nell’immediato dopoguerra grazie alle sue grandi ed innate capacità imprenditoriali diventò un pioniere nello sviluppo della calzatura fondando la Silga Gomma, azienda che fu, non solo leader nel mondo nel settore calzaturiero inaugurando una nuova stagione con fondi in gomma, ma soprattutto creò molti posti di lavoro, contribuendo così a diffondere benessere nella comunità riuscendo ad arrivare anche a superare i 200 dipendenti. Un industriale che seppe investire anche in altri settori diversificando e creando sempre valore, solo per citarne alcuni: acquistò la più antica e centrale struttura alberghiera, il Miramare, ancora di proprietà della famiglia che annovera 4 stelle. Lo stabile che aveva affittato all’allora Asur e, che poi, divenne il cinema Adriatico frequentatissimo fino ai primi anni ‘90 e che ora ospita la famosa discoteca Donoma. Investì anche in altre città come San Severino e Morrovale. Un uomo illuminato, molto riservato, con una visione chiara di imprenditoria che seppe dare un grande impulso a Civitanova e che oggi – conclude l’amministrazione – vogliamo ringraziare per il suo contributo sociale ed economico». 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1