Stroncato da un malore a 50 anni,
muore ex consigliere comunale

MATELICA - Addio a Marco Ferracuti, fatale un’emorragia cerebrale. Lascia una moglie e tre figli. Il ricordo dell'ex sindaco Delpriori: «Eri la nostra forza in questi mesi». Un'amica: «Senza lui il mondo ha perso un uomo straordinario, un marito, padre, figlio e fratello unico»
- caricamento letture
marco-ferracuti

Marco Ferracuti

 

di Monia Orazi

Matelica piange la scomparsa improvvisa di Marco Ferracuti, 50 anni appena compiuti lo scorso 12 novembre, spentosi questa notte per un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo, dovuto ad un’emorragia cerebrale. Era stato consigliere comunale di maggioranza, durante la legislatura guidata dall’ex sindaco Alessandro Delpriori. Non era stato rieletto, ma continuava ad impegnarsi per la città, nel gruppo consiliare “Per Matelica”, era di appena qualche giorno fa, il suo post su Facebook in cui annunciava una mozione sui costi delle mense scolastiche in città, da discutere nel prossimo consiglio comunale.

Lascia la moglie Sara e gli amati figli, due maschietti ed una femminuccia ancora piccoli. Era molto conosciuto a Matelica, stimato per le tante iniziative prese a favore della città. La scuola era un suo pallino fisso, aveva fatto parte del comitato genitori per la gestione mense, si era candidato appena pochi giorni fa come componente del Consiglio di istituto. Era un programmatore web e grafico, poi diventato imprenditore nel settore dei servizi avanzati web e marketing per le imprese, lavorava da anni con successo nel settore delle aste online, la sua impresa è nota in tutta Italia.

Era stato il presidente del comitato del quartiere del centro storico di Matelica, aveva fatto parte dell’associazione Nuova Matelica, una passione civica trasformata poi in impegno amministrativo come consigliere comunale. Lo ha ricordato con poche ed intense parole l’ex sindaco ed amico Alessandro Delpriori, che ha postato la foto di inizio della campagna elettorale: «Era cominciata così, Marco. Te lo ricordi? Su quel palco ad iniziare un’avventura che è diventata un’amicizia e che è continuata fino ad oggi. Fino a ieri, fino a stanotte. Eri la nostra forza in questi mesi, lo sappiamo bene. Grazie, non c’è da dire altro. Un bacio a Sara ed ai tuoi bambini». Decine e decine i messaggi di cordoglio sui social, con parole che si ripetono, su un uomo legatissimo ai suoi figli, alla moglie, sempre impegnato in progetti per migliorare Matelica, appassionato di arte ed enogastronomia, amante della musica contemporanea, della natura, sempre gentile, disponibile e sorridente. Uno su tutti quello dell’amica Giuseppina: «Un amico impagabile, senza lui il mondo ha perso un uomo straordinario, un marito, padre, figlio e fratello unico». I funerali si svolgeranno domani a Matelica, l’orario ed il luogo sono ancora da definire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X