Sferisterio, acque agitate sui rinnovi
Provincia e Comune distanti:
Minghetti e Lanzillotta a rischio

MACERATA - Il cda di ieri si è chiuso con una sola indicazione tassativa: il silenzio. In ballo ci sono i contratti del direttore artistico, di quello musicale e del sovrintendente. Pettinari vorrebbe restassero tutti e tre, i consiglieri scelti dall'amministrazione comunale si sono opposti. Parcaroli più disposto a tenere Messi, ma solo per un anno
- caricamento letture
Messi_Minghetti_Lanzillotta_MOF2020_foto_Tabocchini_TAB_0706TABO-325x267

Luciano Messi, Barbara Minghetti e Francesco Lanzillotta

 

di Luca Patrassi

Il divieto di fumo deve aver provocato problemi agli addetti al funzionamento del camino dello storico palazzo di via Santa Maria della Porta dell’associazione Sferisterio: non ci sono fumate, bianche o nere. Insomma nessuna comunicazione dal Palazzo, e ieri il Consiglio di amministrazione dell’associazione Sferisterio si è chiuso con l’indicazione tassativa del silenzio, figurarsi i segnali di fumo. Non è un bel clima ed in effetti le divisioni appaiono eclatanti. Si doveva discutere, almeno informalmente, del rinnovo dei vertici dell’associazione Sferisterio ma la questione ha subito preso una brutta piega ed è rimasta inevasa. Aveva esordito il presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari che, benché prossimo alla scadenza e membro di un’associazione nella quale rappresenta un Ente cui per legge sono state tolte le competenze e le disponibilità economiche in materia di attività culturali, ha aperto il dibattito chiedendo la conferma pluriennale per tutti e tre i dirigenti amministrativi ed artistici, vale a dire il sovrintendente Luciano Messi, il direttore artistico Barbara Minghetti e il direttore musicale Francesco Lanzillotta. Immediata la levata di scudi da parte della maggior parte dei consiglieri di amministrazione di nomina comunale: nessuna disponibilità a conferme pluriennali, piuttosto – nella sostanza – un tante grazie e tutti a casa. Terza, ma non ultima, la posizione del sindaco e presidente dell’associazione Sferisterio Sandro Parcaroli favorevole ad una conferma dei contratti per un anno, o almeno è sembrato favorevole alla conferma di Messi per un anno. Clima non teso, ma nemmeno prossimo alla distensione e dunque se ne ridiscuterà a breve nella speranza di arrivare a una sintesi anche se appare possibile una scelta mediana tra le varie posizioni espresse, dunque possibile la riconferma “provvisoria” di Luciano Messi per poi andare a definire i contenuti e le modalità operative della stagione lirica 2022 allo Sferisterio.

 

Sferisterio non si cambia, Messi e Minghetti verso la riconferma



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X