Camerino saluta il ritorno
del primo ristorante in centro:
«Apriamo dal 26 aprile»

CERIMONIA con il sindaco Sborgia al Noè wine e food in vicolo della Giudecca. Il titolare Roberto Frifrì: «Si potrà mangiare esclusivamente fuori. Da oggi siamo operativi e sono terminati i lavori»
- caricamento letture

 

frifri-sborgia-1-650x466

Il sindaco Sborgia con Roberto Frifrì

 

di Monia Orazi

Una sobria cerimonia ha segnato la riapertura in centro storico del primo locale che a Camerino torna dov’era tra i novanta operativi prima del sisma. Il ristorante di Roberto Frifrì, il Noè wine e food ha riaperto i battenti in vicolo della Giudecca, esattamente dove si trovava prima del terremoto. Il locale non ha avuto danni, ma è rimasto circondato da quella zona rossa, che è stata in gran parte tolta lo scorso 22 gennaio.

frifri-sborgia-2-300x400Un brindisi tra Frifrì ed il sindaco Sandro Sborgia rigorosamente all’aperto ha segnato questo nuovo inizio per l’attività di ristorazione che aprirà al pubblico il 26 aprile prossimo, ma che ora svolgerà anche il servizio di bar. Ha detto Roberto Noè: «Sono molto contento dell’avvenuta riapertura, per me non è stato un sacrificio, ho lavorato per la mia passione, per ricostruire un ritorno alle origini è una grandissima soddisfazione. Ho messo tutto il mio impegno per giungere a questo momento, questa è un’apertura per dire che ho terminato i lavori, al pubblico come norma vigente non sono aperto. Se viene qualche ditta che ha operai che lavorano nei cantieri del terremoto, posso fare contratti. Riaprirò al pubblico dal 26 aprile, rigorosamente all’aperto, meteo permettendo. Si potrà mangiare esclusivamente fuori». Ha aggiunto il ristoratore: «Il messaggio che ho voluto dare che da oggi il ristorante è operativo. Attendo che vengano meno le restrizioni dovute alla pandemia, per tornare a svolgere come prima come prima eventi musicali, culturali, tutto quello che prima del terremoto accadeva da queste parti. Oggi è un giorno di felicità e contentezza, è questo quello che sento». Entusiasta anche il sindaco Sandro Sborgia: «Oggi è una bella giornata, dopo anni di silenzio torna a sentirsi in centro la musica che esce da questo locale, è una bella emozione. Il fatto che torni operativa questa attività di ristorazione è importante, perché riporta vita ed è attrattiva per la rinascita della vita del centro storico».

E’ il ristoratore Roberto Frifrì il primo a riaprire in centro a Camerino

Nel cuore di Camerino si alza la prima serranda: riapre una storica tabaccheria

Passi avanti in zona rossa, verso la riapertura della prima attività in centro



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X