Bene Sacchi al Franchi di Firenze,
Bonaventura soffre Zapata

SERIE A - L'arbitro di Appignano dirige senza grandi errori il posticipo serale fra Fiorentina e Atalanta (2-3). Il centrocampista viola perde il duello aereo con il colombiano sul primo gol nerazzurro
- caricamento letture
WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.05-2-650x488

Sacchi insieme ai due capitani

 

di Michele Carbonari

Un pizzico di Maceratese ieri sera all’Artemio Franchi nel posticipo serale di Serie A fra Fiorentina e Atalanta.

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.06-4-325x244In ascesa l’arbitro di Appignano Juan Luca Sacchi, una direzione di gara sufficiente: non sbaglia nessun episodio dubbio, mentre non viene assistito adeguatamente dall’assistente Di Vuolo sul primo gol viola, viziato da una rimessa laterale che andava invertita in quanto l’ultimo tocco è stato del settempedano Giacomo Bonaventura, a sua volta in difficoltà sul contrasto aereo contro Zapata che vale l’1 a 0 bergamasco. Il match finisce 3 a 2 per l’Atalanta. Di seguito i momenti chiave della partita in cui sono stati protagonisti i due maceratesi. Al 13′ gli uomini di Gasperini sbloccano le ostilità grazie ad un colpo di testa di Zapata, che sovrasta Bonaventura, il quale non può nulla sullo strapotere fisico del colombiano. Dieci minuti più tardi Romero entra duro su Vlahovic e il fischietto di Appignano estrae giustamente il giallo, fra le proteste della Fiorentina dell’ascolano Beppe Iachini (tornato dopo la parentesi Prandelli) che invocava il rosso. Corrette tutte le altre ammonizioni, l’unico dubbio resta su Milenkovic che ferma irregolarmente Muriel: c’erano gli estremi per il cartellino, ma Sacchi preferisce il richiamo verbale.

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.06-1-325x244L’Atalanta raddoppia al 40′, sempre con Zapata partito sul filo dell’offside. Dopo un il silent check del Var Sacchi convalida (non c’è fallo sul duello fisico fra Romero e Vlahovic che avvia l’azione vincente della dea). La Fiorentina accorcia le distanze ad inizio ripresa proprio con Vlahovic, ma come detto in precedenza, gol viziato da una rimessa laterale in favore dell’Atalanta a causa dell’ultimo tocco di Jack Bonaventura: il guardalinee non segnala l’errore, la viola batte velocemente e nasce la rete dell’1 a 2. Ultimo episodio, quello decisivo, è il rigore per l’Atalanta al 70′. Martinez Quarta tocca involontariamente con la mano (larga) in area: senza esitazioni Sacchi indica subito il dischetto, decisione giusta e convalidata dal Var (lo sloveno trasforma il penalty della vittoria). Buono dunque il decimo gettone stagionale per Juan Luca Sacchi, da rivedere invece la prestazione di Bonaventura, quest’anno in difficoltà come tutta la Fiorentina.

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.06-2-650x488

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.06-3-650x488

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.05-1-650x488

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.06-650x488

WhatsApp-Image-2021-04-12-at-09.14.05-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X