Paolo Diop espulso da FdI Macerata:
«E’ stato Renna, il più basso in grado»

LO SFOGO dell'ex responsabile nazionale immigrazione di Fratelli d'Italia che attacca il coordinatore comunale e assessore: «Lo scontento verso di lui è grande. Sono in tanti a pensarla come me, mi dispiace di aver contribuito a eleggere uno come lui. Io non me ne vado, lotterò dall'interno, decideranno Giorgia Meloni e Francesco Acquaroli»
- caricamento letture
paolo_diop_giorgia_meloni

Paolo Diop con Giorgia Meloni

 

di Federica Nardi

«Prima sono stato escluso dalle comunali per favorire Paolo Renna e ora lui mi ha espulso da Fratelli d’Italia Macerata. Sono stato zitto fino a ora ma mi sono stufato». Quasi sei mesi di silenzio e ora Paolo Diop, ex responsabile nazionale immigrazione del partito di Giorgia Meloni, sfoga tutta la delusione per quanto successo nel suo partito. «Ho deciso di non riconsegnare la tessera – dice -. Assolutamente no. Lotterò dall’interno».

FdI_FlashMob_FF-5-325x217

Paolo Renna

Un caso politico che apre scenari di grande divisione all’interno della sezione provinciale di FdI dopo la decisione di Paolo Renna, coordinatore comunale del partito e assessore alla sicurezza a Macerata. Tutto nasce quindi con le elezioni: «Sono stato espulso a settembre, appena dopo le elezioni. Ma voglio sottolineare che sono stato espulso da Renna, il più basso in grado, che fino a ieri non era nessuno in FdI. Quando io ero referente nazionale. Quindi vuol dire che c’è proprio un problema al vertice. Se vogliono espellermi sarà compito di Giorgia Meloni o del governatore Francesco Acquaroli, non sicuramente di lui. Mi dispiace di aver contribuito a fare eleggere uno come Renna».

Diop sostiene inoltre di non essere l’unico scontento dell’assessore: «Lo scontento verso Renna nel partito è grande. Sono in tanti a pensarla come me, anche se non lo dicono. Si è auto eletto responsabile Macerata ma non ho visto nessun foglio scritto dove lui è il responsabile di Macerata. Io ho sostenuto Acquaroli alle regionali fino alla fine, senza aspettarmi niente. Ho detto questa cosa dell’espulsione anche alla Meloni, due ore fa».

conferenza-bilancio-atac-belvederesi-civitanova-FDM-3-325x217

Massimo Belvederesi

Diop prosegue: «Renna nel frattempo mi ha anche accusato di aver mandato messaggi dicendo di votare a sinistra, cosa che io non ho mai fatto e ha anche diffuso degli audio che io però non ho mai ascoltato. Fratelli d’Italia mi aveva detto: stai tranquillo fino alla fine delle elezioni, poi non ho sentito più nessuno. Ho parlato anche con il responsabile provinciale Massimo Belvederesi che doveva commissariare in sei mesi FdI Macerata e non l’ha fatto. Quindi ho scritto a tutti. Ma io non vado via: o mi cacciano o non vado via».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =