Ritorna la variante ex cantiere Santini,
aveva già spaccato la maggioranza

CIVITANOVA - In consiglio venerdì è prevista l'approvazione definitiva, l'opposizione annuncia barricate: «Rischia di essere destinata all'ennesimo palazzone di appartamenti inutili per una città che ne ha in sovrabbondanza. Vogliono aumentare in un solo colpo il valore di questo terreno da circa 100mila euro a 4,5 milioni di euro. E uno dei proprietari è l'avvocato che difende il vice sindaco Troiani nei processi penali che ha in corso»
- caricamento letture
area-cantiere-santini-variante-boschi-e1607515093787-325x162

Area dell’ex cantiere Santini in via Mazzini

 

Torna in consiglio comunale la variante sull’ex cantiere Santini che se approvata darà il via ad un edificio di 4 piani con vista lungomare sud. Una vicenda urbanistica che nei mesi scorsi aveva fatto molto discutere e spaccato la maggioranza anche in consiglio comunale. E venerdì il consiglio sarà chiamato ad approvare l’adozione definitiva. Nel primo atto della discussione il sì era stato strappato con difficoltà, fra le assenze sia tra le fila della maggioranza che tra quelle della minoranza, voti contrari di alcuni consiglieri di maggioranza e ritorni trafelati cercando di portare la discussione alla lunga in attesa del ritorno in consiglio di Monia Rossi che ha consentito di votare con 10 sì e 9 no. Ma la questione resta una spina nel fianco sia per aspetti, per così dire etici, dubbi sollevati dall’opposizione per il fatto che uno dei richiedenti, Gian Luigi Boschi, sia anche l’avvocato del vicesindaco e assessore all’urbanistica Fausto Troiani. “Insinuazioni” come le ha definite lo stesso vicesindaco nell’ultimo consiglio minacciando querele. Ma è anche l’aspetto urbanistico puro ad essere sotto la lente della minoranza per un’area verde che diventa “di completamento” e quindi edificabile, ma che modifica pesantemente lo skyline di affaccio al mare con un palazzo da 4 piani, 3700 metri quadrati di sul e almeno 40 appartamenti, moltiplicando il valore dell’area in maniera esponenziale. Promette battaglia Futuro in comune: «Quest’area venerdì sera in consiglio comunale rischia di essere destinata all’ennesimo palazzone di appartamenti – sottolinea l’ex sindaco Tommaso Corvatta – inutili per una città che ne ha in sovrabbondanza. Ma Ciarapica ed una parte della maggioranza lo vogliono, vogliono aumentare in un solo colpo il valore di questo terreno da circa 100mila euro a 4,5 milioni di euro. E uno dei proprietari è l’avvocato che difende il vice sindaco Troiani nei processi penali che ha in corso».

Nel corso del consiglio di venerdì all’ordine del giorno anche un’interrogazione a firma Pier Paolo Rossi sull’esclusione del centro antiviolenza da una iniziativa pubblica, la mozione a firma Mirella Franco per intitolare il Varco sul mare a Nilde Iotti nel centenario della nascita, alcuni debiti fuori bilancio e l’approvazione dei regolamenti su gioco d’azzardo e mensa giacenti da anni in fondo alle convocazione dei consigli comunali.

(l.b.)

 

Variante ex cantiere Santini: un affare da milioni di euro che il Comune si è lasciato scappare

Commissione urbanistica, rinviata la variante per l’area di via D’Azeglio

Palazzo di 4 piani lungomare sul terreno dell’avvocato di Troiani: variante ok, maggioranza spaccata

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X