Opera custodita al Buonaccorsi
in gara per il restauro

MACERATA - Ultimi giorni per votare “La Vergine che dona il velo a Santa Maria de’ Pazzi”, proveniente dalla chiesa di Santa Maria delle Vergini, in lizza nel concorso di Coop Alleanza 3.0
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

opera-tua

“La Vergine che dona il velo a Santa Maria de’ Pazzi”

 

Ultimi giorni di voto per “Opera tua”. Il concorso di Coop Alleanza 3.0 dedicato al restauro dei beni culturali vede in gara per il mese di novembre “La Vergine che dona il velo a Santa Maria de’ Pazzi”, custodita nei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi insieme all’affresco del “Camerino della Vittoria” nel Palazzetto Baviera a Senigallia. Sarà restaurata l’opera che riporterà più voti. La sfida va dal 1 al 30 novembre e si può votare più volte al seguente link. La tela, di proprietà statale, proviene dalla Chiesa di Santa Maria delle Vergini, danneggiata dal terremoto nel 2016. La cappella fu eretta alla fine del XVII secolo in onore di Santa Maddalena de’ Pazzi, vergine carmelitana, canonizzata nel 1670. Il maceratese Filippo Palazzetti la dipinse nel 1736 a soli 25 anni, rappresentando la Vergine che ricopre il capo della santa carmelitana con un  velo etereo. L’intervento di restauro prevede anche un’analisi dettagliata della superficie pittorica con luce infrarossa per la localizzazione delle zone maggiormente degradate. Si procederà quindi al consolidamento e alla pulizia della tela per rimuovere i detriti accumulati nel tempo e asportare l’ossidazione. Successivamente si renderà omogenea la cromia dei colori, verrà applicato un protettivo neutro e rafforzata la struttura del telaio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X