Accusato di diffamazione,
assolto Stefano Santoni

PORTO RECANATI - Il consulente del lavoro è stato prosciolto con formula piena al processo d'appello. Doveva rispondere di una mail multipla che l'accusa riteneva offensiva verso il presidente dell'Ordine Riccardo Russo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tribunale_FF-1-650x434

Il tribunale di Macerata

 

Assolto in appello dall’accusa di diffamazione al presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro Riccardo Russo. Stefano Santoni, consulente del lavoro di Porto Recanati, è stato prosciolto «perché il fatto non costituisce reato» dal giudice Federico Simonelli del tribunale di Macerata. In primo grado era stato condannato a una multa di 800 euro e ad un risarcimento di mille euro dal giudice di pace di Macerata. I fatti contestati risalgono al 21 dicembre 2015. Secondo l’accusa Santoni aveva inviato via pec un mail a tutti gli iscritti dell’Ordine dei consulenti del lavoro, relativa ad una sentenza di Russo, ritenuta diffamatoria. Dopo la condanna al Giudice di pace, i legali di Santoni, gli avvocati Olindo Dionisi e Piero Paciaroni, hanno fatto appello. E il giudice Federico Simonelli, del tribunale di Macerata, gli ha dato ragione con il proscioglimento con formula piena di Santoni e l’annullamento della condanna di primo grado.

 

Diffamazione a Riccardo Russo, condannato consulente



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X