Med Store Macerata, la ricetta di Margutti:
«Più aggressivi per uscire dalle difficoltà»

VOLLEY - Lo schiacciatore analizza l'ultima sconfitta in trasferta contro Portomaggiore e guarda alla prossima sfida contro San Donà di Piave, sua ex squadra
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
margutti

Pietro Margutti, schiacciatore della Med Store Macerata

 

Dopo lo stop forzato per alcuni giocatori positivi al Covid 19, la Med Store Macerata ha giocato due partite di campionato e sta lavorando per ritrovare al più presto la forma migliore. Non è stato il miglior inizio di torneo possibile, ma quella che stanno affrontando i ragazzi del coach Di Pinto è una stagione diversa da tutte le altre. Nell’ultima partita giocata contro Portomaggiore è arrivata una sconfitta in trasferta, con una prestazione che ha evidenziato quanto ancora la squadra biancorossa abbia bisogno di tempo per recuperare. «È stata una partita simile a quella di Brugherio – commenta lo schiacciatore Pietro Margutti, al suo esordio con la Med Store Macerata – Abbiamo commesso qualche errore di troppo in alcuni momenti della gara e soprattutto nel finale abbiamo sofferto la stanchezza. Sappiamo di dover lavorare ancora tanto per ritrovare il nostro miglior ritmo di gioco, siamo una squadra che può imporlo agli avversari. Dobbiamo essere anche più aggressivi, in modo da uscire dai momenti difficili ma serve tempo, cresciamo di settimana in settimana». Non è semplice acquisire il top della forma contro formazioni che più avanti come preparazione. «Siamo anche stati sfortunati. Ci sono capitate due squadre che a differenza nostra hanno potuto giocare di più ed allenarsi con la squadra quasi sempre al completo. Dall’altro lato, speriamo di poter continuare a lavorare a pieno giro nei prossimi mesi visto che il colpo più duro da parte del Covid lo abbiamo già subito». Intanto, domenica prossima si prospetta una gara speciale Pietro Margutti, che ritrova il San Donà di Piave. «Sarà bello ritrovare la mia squadra della scorsa stagione, è sicuramente uno stimolo in più a fare bene. Mi aspetto anche una partita diversa, pure loro sono stati fermi a lungo, saremo più vicini come condizione e speriamo di poter sfruttare questa settimana di allenamenti. Anche se andremo in trasferta per la terza volta consecutiva, vogliamo la prima vittoria, dobbiamo saperci adattare a questo campionato atipico e dare tutto in ogni partita».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X