Un giardino di ninfee luminose
s’accende per il Natale

CIVITANOVA - L'installazione è stata realizzata nell'area dell'azienda Pellegrini giardini. Si può visitare da lunedì a venerdì
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
installazione-luminosa-pellegrini-luminarie-1-650x366

Le ninfee luminose

 

Sembra di entrare dentro un’installazione 3D di Monet. Se l’artista impressionista avesse avuto a disposizione luci anziché pennelli probabilmente avrebbe realizzato il giardino che da stasera illumina l’area antistante l’azienda “Pellegrini giardini di Civitanova”. La realizzazione di un’installazione luminosa alternativa all’albero di Natale è da un po’ di anni una prerogativa dell’azienda di allestimento garden e giardini.

installazione-luminosa-pellegrini-luminarie-2-325x183Quest’anno però, complice il momento difficile i titolari hanno voluto vestire di poesia il Natale dedicando alla natura e a evocative immagini dai rimandi giapponesi l’allestimento natalizio. Lo scorso anno i paesaggisti dell’azienda avevano voluto omaggiare l’anniversario dello sbarco sulla luna dell’Apollo 11 con un planetario ricostruito su di un albero di Natale con tanto di astronauta a grandezza naturale. «Questa sera inauguriamo una scenografia sviluppata quasi totalmente sul piano orizzontale – spiega Sabina Pellegrini – occupando tutti gli oltre 500 metri quadri del parcheggio. L’ispirazione è stata, questa volta, il microcosmo rappresentato da uno specchio d’acqua». Fra le acque placide dell’enorme ricostruzione, realizzata con un tecnologico gioco di colori e luci, compaiono gigantesche ninfee e multicolorate farfalle, mentre una enorme carpa Koi, con un guizzo immaginario, si libra nell’aria. «Anche quest’anno, il più duro che ricordi chi non ha vissuto la seconda guerra mondiale, abbiamo voluto fare dono alla nostra comunità e a quanti transitano a Civitanova  di qualcosa di diverso, di spettacolare – spiega Andrea Pellegrini amministratore del gruppo – uno sforzo importante, costruendo con i nostri straordinari ragazzi e ragazze, rigorosamente a mano, tutti gli elementi di uno stagno immaginario, riutilizzando in larga parte le luminarie dello scorso anno in una sorta di “circuito virtuoso” dove le cose si riutilizzano più volte». L’installazione e la galleria d’arte contemporanea che ospita opere, fra le altre, dell’artista olandese Ruudt Wackers, può essere visitata tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 17 alle 18,30 all’uscita della superstrada zona industriale.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X