Lube show a Modena,
al Pala Panini finisce 3 a 0

VOLLEY - L'ottava vittoria in Superlega arriva nel match contro la Leo Shoes, i biancorossi volano momentaneamente in testa alla classifica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
lube-modena-10-650x400

Abbracci tra i giocatori della Lube dopo il trionfo su Modena

 

Le grida di esultanza nel vuoto forzato del Tempio, alla fine, sono della Lube Civitanova, confermatasi un rullo compressore in campionato battendo la Leo Shoes Modena al Pala Panini in tre set (26-24, 25-22, 25-23), nella 8ª di Regular Season della Superlega Credem Banca che ha dunque prolungato l’imbattibilità dei ragazzi di Ferdinando De Giorgi, ora anche da soli in testa alla classifica approfittando del rinvio della sfida tra Milano e Perugia.

lube-modena-3-650x492Eppure la partita era iniziata in salita. Nel primo parziale, infatti, i campioni del mondo dopo aver conquistato per primi il break (7-5) si inceppano, soffrendo oltremodo il servizio di Christenson che prendendo di mira Leal consente ai suoi di volare addirittura sul 12-8 a proprio favore. La reazione dei marchigiani comunque non si fa attendere, e arriva sul turno in battuta di Leal (1 ace, 6 punti totali col 67% in attacco), che mette decisamente in difficoltà i modenesi, consentendo alla diagonale d’attacco Falaschi-Hadrava, inserita come di consueto da De Giorgi per piazzare il bomber ceco in prima linea, di firmare la rimonta che si materializza con la parità a quota 21. Poi la zampata vincente: ace di Hadrava per il 24-23, ed al secondo set point è il rientrante Rychlicki (6 punti, 75% di efficacia sulle schiacciate) a firmare il contrattacco del definitivo 26-24 in favore della Lube.

Nel secondo set è ancora il servizio di Leal a spianare la strada alla Lube, che conquista il primo break sul 13-11 proprio con un ace del bomber di passaporto brasiliano, trovando poi immediatamente il +3 grazie ad un mani out vincente in contrattacco di Juantorena (14-11). L’ulteriore allungo si registra con un errore in attacco di Karlitzek (16-12), e sarà quello decisivo: Civitanova, aiutata da un cambio palla puntuale come un orologio svizzero (67% in attacco di squadra, spicca il 100% di Simon che firma anche 2 muri), mantiene infatti il vantaggio fino all’ultimo pallone, schiantato a terra dal solito Rychlicki (25-22).

Il terzo parziale, infine, è una sorta di remake di quello d’apertura: Modena scappa sul 13-9 appoggiandosi stavolta sulla buona vena del proprio muro e sul contemporaneo calo in battuta degli ospiti, che però reagiscono trascinati da Osmany Juantorena, autore dei due attacchi che valgono la parità a quota 21. Poi l’ennesimo muro di un granitico Anzani (4 vincenti nel match) che riacciuffa nuovamente la Leo Shoes sul 23-23, e Rychlicki (ancora lui: chiude con 12 punti e il 69% in attacco, un punto in meno del top scorer Leal, che ha invece 65% di efficacia) che al primo match-ball mette la palla a terra per il 25-23 che vale il 3-0.

lube-modena-11-650x443Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Marchisio, Juantorena 10, Balaso (L), Leal 13, Rychlicki 12, Simon 10, De Cecco 1, Anzani 9, Falaschi, Hadrava 4, Yant n.e.. All. De Giorgi.

LEO SHOWES MODENA: Estrada Mazorra 1, Iannelli n.e., Petric 17, Porro, Sanguinetti n.e., Stankovic 3, Grebennikov (L), Christenson 2, Karlitzek 12, Vettori 14, Negri n.e., Mazzone 3, Lavia n.e., Gollini n.e.. All. Giani.

ARBITRI: Cesare – Simbari.

PARZIALI: 24-26 (32’), 22-25 (26’), 23-25 (29’).

NOTE: Modena: b.s. 14, ace 3, m.v. 4, 38% in ricezione (15% perfette), 57% in attacco. Lube: b.s. 13, ace 4, m.v. 8, 58% in ricezione (23% perfette), 64% in attacco.

 

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI –  OSMANY JUANTORENA: «Tre punti importanti contro una grande Modena, vincere al Pala Panini non è mai facile e questa vittoria è una bella dimostrazione di forza da parte della nostra squadra, soprattutto nelle rimonte piazzate nel primo e nel terzo set. Siamo stati bravi, non abbiamo mai mollato, e questi complimenti valgono per tutti i membri della rosa, dato che oggi anche chi è entrato dalla panchina ha dimostrato di essere all’altezza. Naturalmente possiamo ancora crescere tanto, i margini ci sono, lo sappiamo bene tutti quanti, e lavoreremo molto sodo in palestra per migliorarci ogni giorno di più».

YOANDY LEAL:  «Abbiamo iniziato un po’ contratti, forse perché dobbiamo ancora abituarci a giocare senza pubblico. Per fortuna poi con la battuta siamo riusciti a sistemare tutti. Stiamo andando bene, i tre punti conquistati qui a Modena valgono davvero tanto, ora sarà fondamentale riuscire a continuare sulla strada intrapresa».

ROBERTLANDY SIMON:  «Ci manca ancora la continuità che vogliamo, ma nei momenti che contano rispondiamo sempre presente. E’ una vittoria importante, che mette in evidenza una volta di più la grande personalità di questa squadra. E naturalmente anche il carattere, viste le rimonte del primo e del terzo set. Avanti così».

ANDREA MARCHISIO: «Siamo riusciti a recuperare il primo set grazie a una bella serie in battuta di Leal, e nel terzo abbiamo messo di nuovo in evidenza il nostro carattere, riuscendo con un’altra rimonta a portare a casa un risultato molto importante. Giocare al Pala Panini regala sempre grandi motivazioni, da una parte perché è un impianto pieno di storia, e dall’altro perché ci vieni ad affrontare una squadra molto forte. Quindi bene così! Le porte chiuse? Non è bello, ma vista la situazione dobbiamo farcene una ragione e pensare esclusivamente a dare il meglio di noi stessi. La Lube anche quest’anno è stata costruita per vincere, come sempre, e questo inizio di campionato ci dice che stiamo percorrendo la strada giusta. Dobbiamo continuare così».

lube-modena-4-650x448

lube-modena-1-650x455

lube-modena-5-650x431

lube-modena-6-650x425

lube-modena-9-650x455

lube-modena-7-650x533

lube-modena-8-650x503

lube-modena-2-650x435



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X