Spaccio tra i ragazzi di Tolentino,
stop alla filiera della droga

IN MANETTE un 24enne della Guinea. Obbligo di firma per tre giovani. Le indagini erano partite a Pasqua, in seguito ad un controllo. Operazione di carabinieri e polizia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
alunno-scomparso-da-scuola-polizia-carabinieri-civitanova-4-e1594918066836-650x412

Foto d’archivio

 

Bloccata filiera della droga in provincia, quattro giovani nei guai: uno è stato arrestato, per gli altri tre disposto l’obbligo di firma. Operazione condotta da carabinieri e polizia. Ad agire la notte tra sabato e ieri i carabinieri della Compagnia di Tolentino e i poliziotti della Squadra Mobile di Macerata in seguito ad un lungo lavoro di indagine svolto contro lo spaccio di droga tra giovani e giovanissimi di Tolentino e Macerata. L’attività di indagine è iniziata il pomeriggio di Pasqua dopo un intervento di polizia e carabinieri nel centro di Tolentino. Gli agenti della Squadra Mobile, diretta dal commissario capo Matteo Luconi, avevano notato uno strano giro tra giovani non lontano dal Parco di Isola d’Istria. Da qui, con l’aiuto dei carabinieri della Compagnia di Tolentino, diretta dal capitano Giacomo De Carlini, c’era stato un controllo ai giovani e alcune perquisizioni. In quell’occasione un giovane poco più che 20enne era stato denunciato perché trovato in possesso di una pistola scacciacani modificata (aveva tolto il tappo rosso). Non solo, quel giorno erano stati denunciati anche due tolentinati di circa 20 anni, sorpresi a spacciare marijuana ed hashish a dei loro coetanei. Nel corso delle perquisizioni erano stati trovati 10 grammi di marijuana e 10 di hashish e 610 euro ritenuti frutto dell’attività di spaccio di quel pomeriggio. In seguito, ad aprile, a Tolentino i militari del Nucleo operativo avevano denunciato un altro giovane poco più che ventenne, originario della Bosnia. Il giovane già noto alle forze dell’ordine, durante un controllo era stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish che sarebbero state vendute a giovanissimi tolentinati.

Sono seguite poi altre indagini che hanno portato all’arresto, la notte del 16 luglio scorso, di uno dei due giovani italiani sorpresi a spacciare a Pasqua. Si tratta di un 23enne che era stato intercettato a bordo della propria auto mentre cercava potenziali acquirenti. Il ragazzo era stato fermato da poliziotti e carabinieri. Nel corso delle successive perquisizioni era stato trovato in possesso di 800 grammi di hashish, circa 10 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione. Militari e agenti hanno seguito la pista dell’hashish e sono risaliti a chi gliel’aveva venduto. Si tratta di un 24enne della Guinea, residente a Macerata, anche lui già noto alle forze dell’ordine. Dopo ricerche, appostamenti, altri piccoli sequestri a riscontro della attività d’indagine, carabinieri e polizia hanno raccolto una serie di elementi tali da incastrare il 24enne quale principale fonte di approvvigionamento di sostanze stupefacenti per i giovani di Tolentino, e altri tre giovani (il 23enne arrestato a luglio, il giovane denunciato a Pasqua, e il bosniaco) come spacciatori. La Procura di Macerata ha quindi chiesto e ottenuto dal gip Domenico Potetti una ordinanza di custodia cautelare in carcere per il 24enne e la misura dell’obbligo di firma per gli altri tre giovani. Misure che sono state notificate tra sabato e ieri ai quattro giovani. Il guineano è stato inoltre controllato e aveva circa 800 grammi di marijuana e circa mille euro ritenuti provento di spaccio nel week end. I 2 giovani italiani sono stati trovati in possesso di altre modiche quantità di hashish. Il guineiano si trova in carcere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X