Analisi del Fadoi sul Covid:
casi aumentati 30 volte nelle Marche

LA COMPARAZIONE parte dallo scorso giugno. Scende l'indice di contagiosità da 1,13 a 0,88. Lo studio è della Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

coronavirus-covid-archivio

 

Sono aumentati di 30 volte da fine giugno i casi di Coronavirus nelle Marche, a dirlo la Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti (Fadoi) che ha condotto una indagine e ha rilevato anche che nella settimana dal 14 al 20 settembre per 83 positivi su 176 è stato impossibile il tracciamento dei soggetti a rischio. Secondo l’indagine del Fadoi tra il 29 giugno e il 5 luglio nelle Marche si contavano appena 0,79 casi di Covid ogni 100mila abitanti, mentre in quella dal 14 al 20 settembre l’incidenza dei casi sulla popolazione è salita a 24,57. È invece sceso l’indice di contagiosità, R con t, da 1,13 a 0,88, sotto quindi la soglia di sicurezza che è uno. Nelle ultime 24 ore i contagi sono stati 26 su 859 tamponi. Di questi sono 6 nel Maceratese. Ventinove i ricoverati, di cui 3 sono in terapia intensiva (ieri erano 4). Sono 6.161 i guariti e 752 le persone in isolamento domiciliare perché contagiate. Sono 2.374 le persone in isolamento perché entrate in contatto con persone che sono positive.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X