Una giovane étoile made in Civitanova:
Marta Bentivoglio diplomata alla Scala

DANZA - La 18enne ricevuta a Palazzo Sforza dal sindaco Ciarapica, che si è voluto complimentare per l'importante traguardo raggiunto: «La prima volta che ho calcato il palco del teatro e l’aver ballato negli spettacoli con Roberto Bolle sono emozioni che non dimenticherò mai»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Marta-Bentivoglio-1-300x400

Marta Bentivoglio e il sindaco Ciarapica

 

Diplomata alla Scala di Milano, giovane civitanovese ricevuta a Palazzo Sforza. Il sindaco Fabrizio Ciarapica ha accolto ieri Marta Bentivoglio, 18enne talento della danza che ha coronato il suo sogno: il diploma della scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala. Una stella che ha iniziato a brillare in età precoce, come ha raccontato lei stessa. «La mia passione per la danza e il sogno di diventare ballerina si sono manifestati già quanto avevo 3 anni guardando i video dei balletti che mia madre collezionava – ha raccontato la ragazza al sindaco – . Pur se piccolissima, Fiona Cecarini, la mia prima insegnante mi ha accolto nella sua scuola, poi ho seguito i corsi di Lola Fejzo. Importante è stata la mia partecipazione al Campus di Civitanova Danza. Infatti lì ho conosciuto il direttore dell’Accademia alla Scala Frédéric Olivieri che mi ha suggerito di fare l’audizione per entrare in Accademia». «Ci tenevo ad esprimere le mie personali felicitazioni a Marta – ha detto il Primo cittadino – che è tra i ventidue allievi che hanno conseguito l’ambito riconoscimento in questo 2020 così difficile. Il legame tra la Danza e Civitanova ha una lunga storia da raccontare, con il Maestro Cecchetti, ma ci auguriamo abbia anche un futuro altrettanto luminoso, grazie ai giovani civitanovesi che vorranno intraprendere questa carriera». A 12 anni Marta si è trasferita a Milano dove oltre ai corsi dell’Accademia ha frequentato la terza media e si è diplomata al liceo Coreutico. «È stato un percorso intenso fatto di giornate piene e sacrifici – ha raccontato – ma le soddisfazioni sono state tante e sono stata ripagata con il diploma che nonostante le difficoltà periodo particolare che stavamo vivendo a causa del Covid-19, è stato vissuto intensamente anche grazie alla mia maestra Paola Vismara che mi ha seguito lungo tutto il percorso in Accademia. Tra le tante esperienze e tanti spettacoli in giro per l’Italia e anche all’estero, ricorderò sempre l’emozione per aver visto da vicino i ballerini più importanti, la prima volta che ho calcato il palco del Teatro alla Scala e l’aver ballato negli spettacoli con Roberto Bolle, sono emozioni che non dimenticherò mai».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X