Gino Paoli, Michela Murgia e Cristicchi:
è l’ultima settimana del Mof

MACERATA OPERA FESTIVAL - Ecco il programma del gran finale della 56esima edizione, sabato l'ultima rappresentazione del Don Giovanni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

DonGiovanni_MOF2020_foto_Zanconi_V24A9584-650x433

Il palco dello Sferisterio durante il Don Giovanni

 

Domani inizia la quarta e ultima settimana della 56esima edizione del Macerata Opera Festival 2020 #biancocoraggio in programma sino al 9 agosto con spettacoli, concerti, incontri e attività per i più piccoli.

nino-don-giovanni

NiNo ovvero Don Giovanni, lo scapestrato bambino

Domani alle 18,30 a Monte San Giusto nel cortile della scuola elementare penultimo appuntamento con NiNo ovvero Don Giovanni, lo scapestrato bambino. Lo spettacolo è liberamente ispirato al Don Giovanni di Mozart – Da Ponte. Testo e regia sono di Elena Carrano, l’elaborazione musicale di Francesco Lanzillotta, le scene di Les Friches e l’ideazione e realizzazione dei pupazzi di Rahul Bernardetti. Completano la locandina: Gianluca Ercoli (Leporello, assistente di NiNo), Sara De Flaviis (Elvira, artista di strada), Nicola Di Biase (Musicista di strada alla fisarmonia), Fabio Ciccalè (Attore e animatore del pupazzo di NiNo). È un progetto dell’Associazione Arena Sferisterio in coproduzione con “Le compagnie del Cocomero”. Fondamentale è il contributo di Trevalli Cooperlat children partner del Festival che sostiene tutto il percorso dedicato ai più piccoli. L’ingresso è gratuito su prenotazione. Alle 21 in Piazza Aldo Moro (Monte San Giusto) la FORM – Ochestra Filarmonica Marchigiana in Bianco Coraggio: note e voci da Don Giovanni e da altre pagine di Mozart, con la partecipazione di Paolo Ingrasciotta, Federica Giansanti, Fiammetta Tofoni. Per informazioni e biglietti chiamare il numero +39 3755518647. Allo Sferisterio alle ore 21,30 serata cinema con la proiezione sul muro del film Il danno di Louis Malle (1992) con Jeremy Irons, Juliette Binoche, Miranda Richardson (112’), in collaborazione con Cinema Italia.

paoli-rea

Gino Paoli e Danilo Rea

Tre gli appuntamenti di martedì 4 agosto: alle 18 ultima replica di NiNo ovvero Don Giovanni, lo scapestrato bambino a Sarnano, Piazza Perfetti, l’ingresso è gratuito su prenotazione. Alle 18 nel Cortile di Palazzo Conventati a Macerata ultimo appuntamento di Storie #biancocoraggio attività dedicate ai bambini tra i 6 e gli 11 anni proposte dall’Associazione Amici dello Sferisterio in collaborazione con l’Associazione Culturale CTR. In scena Do, re, mi… Wolfgang Amedeo e Giuseppe Fortunino. Chi sono costoro?. L’ingresso è gratuito su prenotazione. Alle 21 allo Sferisterio il concerto Due come noi che… con Gino Paoli (voce) e Danilo Rea (pianoforte). Un concerto unico, a base di voce, pianoforte e improvvisazione. Un prezioso esempio di come due artisti possano interpretare alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale, con una scaletta aperta che spazia tra le canzoni più amate di Paoli e pagine del repertorio genovese, napoletano e francese. Il concerto presenta anche brani dall’ultimo album dei due artisti non nuovi alla collaborazione che accosta la voce e il carisma di Paoli affiancato da uno dei più lirici e creativi pianisti: Danilo Rea.

michela-murgia

Michela Murgia

Mercoledì alle 21 sul palcoscenico dell’Arena Sferisterio ultimo Palco Reverse di questa stagione dal titolo Don Giovanni l’incubo elegante di e con Michela Murgia e Giancarlo Palena alla fisarmonica e con la partecipazione dei cantanti Davide Giangregorio, Federica Giansanti e Didier Pieri. Michela Murgia arriva allo Sferisterio da melomane e riscrive il Don Giovanni di Mozart mantenendo inalterati i personaggi principali del libretto di Da Ponte: ritroviamo quindi, oltre al noto protagonista libertino e bugiardo, anche il suo incauto servo Leporello e il serioso Don Ottavio a ricalcare gli stereotipi, ancora presenti nel mondo contemporaneo, dell’“essere maschio”. L’universo femminile è invece incarnato da tre donne molto diverse tra loro, quasi a rappresentare tre archetipi comportamentali: Donna Anna, esempio di rigore morale e ossequio delle tradizioni; Donna Elvira, tradita e costantemente beffata da Don Giovanni ma illusoriamente convinta di poterlo redimere, e Zerlina, donna curiosa che armata di malizia che si affaccia al mondo con comportamenti frivoli e infantili. A coadiuvare il flusso di coscienza, la musica di Wolfgang Amadeus Mozart, eseguita da un solo strumento, legato alle Marche, la fisarmonica e affidata a Giancarlo Palena. È una nuova produzione Mismaonda e Parmaconcerti su nuova commissione del Macerata Opera Festival.

notte-dellopera-corso-cavour-e-martiri-della-libertà-macerata-2020-foto-ap-36-325x217

La seconda serata della Notte dell’opera

Giovedì in corso Cairoli si svolgerà l’ultima delle tre Notti dell’Opera 2020. Gli spettacoli avranno inizio dalle 21 e saranno in zone delimitate con ingresso gratuito su prenotazione (sul sito Sferisterio.it), al fine di evitare assembramenti o altre attività al momento limitate dalla normativa sanitaria. In programma tre degli otto spettacoli vincitori del bando realizzato con il sostegno di Banco Marchigiano Credito Cooperativo (che, con l’Associazione Arena Sferisterio, il Comune di Macerata e Confcommercio Marche Centrali, per il terzo anno sostiene l’iniziativa). Liberi di andare in bianco (ore 21:15 e 22:45) di Quartetto F.A.T.A. (Fuoco – Acqua – Terra – Aria) composto da Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini, Elisa Ercoli; Pedala piano (dale ore 21) di Daniele Leoni, Andrea Carri e Francesco Mantovani; Odisseo – Danza acrobatica (ore 21,30 e 23) di e con Anthony Rinaldi e Antonio Troiano e con la collaborazione artistica e supporto tecnico della Compagnia La Zardella. Nel Cortile di Filosofia (via Garibaldi 20) Mozart Motel Conversazioni con Don Giovanni (dalle ore 21:00 repliche continue ingresso gratuito su prenotazione). È uno spettacolo del Laboratorio teatrale UniMC con David Quintili (regia), Antonio Mingarelli (testi) e attori del Gruppo teatrale UniMC, la direzione e il coordinamento scientifico del laboratorio teatrale e del coro UniMC è di Maria Paola Scialdone.

DonGiovanni_MOF2020_foto_Zanconi_K1A5784-325x217

Una delle scene del Don Giovanni di Davide Livermore

Venerdì arriva la musica del Montelago Celtic Festival con Sferisterio Folk con una scaletta di esecuzioni molto ricca. La direzione artistica di Maurizio Serafini e Luciano Monceri, l’ingegnere del suono Riccardo Rocchetti presentano Loredana Lipperini e Michele Serafini. Si inizia alle ore 17 con due attività: un mercatini celtico allestito a Piazza Mazzini e a Piazza Vittorio Veneto un ciclo di conferenze con Loredana Lipperi, Vera Gheno, Tiziana Triana, Cesare Catà e Edoardo Rialti. Allo Sferisterio invece alle ore 21,30 con un ricco programma musicale: Emian, Massimo Giuntini Band, Corte di Lunas, Vincenzo Zitello, Lyradanz, Ogam, Fabio Mina, Anchise Bolchi, Lorenzo Forconi, Andrea Gasparrini, Fulvio Renzi, Iain Alexander Marr, Ariele Cartocci. Per info e biglietteria sferisterio.it

Sabato alle 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci, ultimo appuntamento degli Aperitivi Culturali a cura di Cinzia Maroni (Associazione Sferisterio Cultura, ingresso gratuito su prenotazione): Le due cene di Don Giovanni con Andrea Panzavolta.
Alle 21 allo Sferisterio l’ultima recita di Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart diretto da Francesco Lanzillotta, con la regia di Davide Livermore. Il cast: Mattia Olivieri (Don Giovanni), Tommaso Barea (Leporello) Karen Gardeazabal (Donna Anna), Valentina Mastrangelo (Donna Elvira), Giovanni Sala (Don Ottavio), Antonio Di Matteo (Commendatore), Davide Giangregorio (Masetto) e Lavinia Bini (Zerlina). Il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” è diretto da Martino Faggiani, altro maestro del coro Massimo Fiocchi Malaspina; maestro al fortepiano Claudia Foresi. Assistente alla regia Giancarlo Judica Cordiglia e assistente costumista Stéphanie Putegnat.

Musicultura_Cristicchi-2-325x216

Simone Cristicchi

Domenica alle 21 allo Sferisterio Abbi cura di me tour 2020 “Il coraggio di adesso” di Simone Cristicchi chiuderà il Macerata Opera Festival 2020 #biancocoraggio. Dopo anni di successi musicali e teatrali, l’ultimo dei quali HappyNext – Alla ricerca della Felicità tornerà in scena da Ottobre 2020: l’esigenza di tornare in concerto si è fatta impellente. L’Abbi cura di me del 2019 è stato un trionfo di emozioni e di canzoni, con un repertorio vastissimo che annovera successi come “Vorrei cantare come Biagio” e “Ti regalerò una rosa” (canzone vincitrice del Festival di Sanremo 2007) passando per “Meno male (che c’è Carla Bruni)” fino alla recente “Abbi cura di me”, pluripremiata al Festival di Sanremo 2019. Ora si riparte con nuove esperienze – una delle quali ha colpito profondamente tutti noi – e con la voglia di riallineare le energie, tra palco e pubblico. Musica che Cristicchi, nel suo inconfondibile stile, alterna a monologhi: si toccano prima l’anima e poi il cuore, perché la musica ha mille sfaccettature e chi la conosce come questo istrionico e imprevedibile artista, sa che nessuna di queste va dimenticata. Il concerto è in collaborazione con Musicultura.

Tutti gli appuntamenti fuori lo Sferisterio sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito sferisterio.it
I biglietti per Don Giovanni, per Palco Reverse e per i concerti allo Sferisterio sono disponibili sullo stesso sito e presso la biglietteria di piazza Mazzini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X